Il ristorante La Piazza, fondato nel 1996, resta un indirizzo imperdibile per gli amanti della cucina italiana nel Principato. Il locale, situato a pochi passi dalla spiaggia del Larvotto, ha perso di recente uno dei suoi fondatori, Giovanni Orsolini, deceduto lo scorso aprile. Nonostante il lutto, però, il ristorante non ha smesso di servire pietanze deliziose ai suoi clienti.

È il 1996. Giovanni Orsolini e Guido Martinelli decidono di aprire il ristorante La Piazza a Monaco. I due appassionati di cucina italiana, raffinata e abbondante al tempo stesso, avevano un desiderio, far scoprire alla clientela le tradizioni culinarie che hanno accompagnato la loro infanzia: un bicchiere di chianti, un piatto ai sapori di Sicilia, una mozzarella di bufala succosa o ancora olive ripiene preparate dai cugini di Giovanni Orsolini ad Ascoli Piceno, a pochi chilometri dal Mar Adriatico.

“È qui che Giovanni è cresciuto ed è rimasto fino a 17 anni, prima di trasferirsi in Svizzera, Germania e Regno Unito vivendo della sua passione per la cucina”, precisa Karen Orsolini, sua moglie, che lavora da sempre a La Piazza.

Celebrità del mondo del cinema e della musica

“Io e Giovanni ci saremmo potuti incontrare a Bristol, dove abbiamo vissuto nello stesso periodo, ma ci siamo conosciuti nel 1976 a Monaco, quando lavoravamo entrambi per l’hotel Le Méridien”, racconta la moglie anglosassone, anche lei con formazione alberghiera, che vive a Monte Carlo da quando ha 17 anni.

Abbiamo servito personaggi della musica e star del cinema, sopratutto un ex James Bond

Karen Orsolini, moglie del ristoratore Giovanni Orsolini

Nel 1991, Karen e Giovanni Orsolini hanno lanciato il loro primo ristorante a Monaco: Rigoletto. “Ero incinta del mio primo figlio e, con pennello alla mano, ho partecipato ai lavori!” In seguito, la coppia ha venduto il ristorante per dedicarsi completamente a La Piazza, che ha conquistato fin da subito diversi clienti.

“Abbiamo servito personaggi della musica e star del cinema, sopratutto un ex James Bond”, racconta divertita Karen Orsolini, che riserva a tutta la sua clientela lo stesso trattamento. “Mi è successo più di una volta di discutere con alcuni clienti prima di scoprire, qualche ora dopo, che erano famosi in tutto il mondo!”

.

Dal chianti al barolo

Come mi ha confidato uno dei nostri camerieri, noi siamo prima di tutto una famiglia

Karen Orsolni, una dei proprietari del ristorante La Piazza

“Giovanni Orsolini era appassionato di enologia”, ricorda la moglie. “Sul comodino teneva una collezione di opere sul vino, soprattutto italiano”. Ogni primavera, l’amante del barolo partecipava al Vinitaly, a Verona, per scoprire nuovi cru. “Tornava con bottiglie di cui nessuno al ristorante aveva mai sentito parlare!”

Ed è per questo che oggi La Piazza propone una carta dei vini incredibilmente varia. “Moltissimi clienti chiedevano consigli di enologia a mio marito”, spiega Karen Orsolini, prima di affermare con ironia: “io ero contenta di gustare il vino, lui amava disquisire!”

Nonostante Giovanni Orsolini sia venuto a mancare lo scorso aprile, l’avventura del ristorante La Piazza non si ferma. Così, Karen Orsolini conclude: “Come mi ha confidato uno dei nostri camerieri, noi siamo prima di tutto una famiglia”.

>> LEGGI ANCHE: I cambiamenti climatici potrebbero cambiare il futuro del vino