Ci passate davanti tutti i giorni, ma sapete che aspetto avranno queste costruzioni? Scopriamo insieme il futuro volto del Principato.

Opere vertiginose, cantieri giganteschi che durano da anni ma che sono necessari per la comunità. Scopriamo i cinque edifici che cambieranno completamente il paesaggio urbano del Principato (tra qualche anno).

Testimonio II

Dopo la Torre Odéon, il Groupe Marzocco ha iniziato un nuovo progetto di simile entità nelle vicinanze. La società ha affidato l’opera all’architetto Alexandre Giraldi e allo studio Arquitectonia per assicurare una certa continuità.

Testimonio II è costituito da 348 appartamenti, un asilo nido per 50 bambini e ospiterà la Scuola Internazionale di Monaco che accoglierà 700 studenti.

La consegna del complesso è prevista per il 2024.

Îlot Pasteur

Questo spazio multifunzionale è realizzato dall’agenzia Square (François Lallemand) e CCA (Christian Curau)*. Tra Boulevard Rainier III e Avenue de Fontvieille, l’edificio sarà la quintessenza dell’ottimizzazione.

Il complesso ospiterà un parcheggio pubblico con 910 posti, una scuola per 1.500 studenti, una palestra, una piscina, un centro di smistamento, un centro multimediale, una sala polivalente, 7.560 m² di uffici e non solo.

La fine del progetto è prevista nel 2024-2025.

>> LEGGI ANCHE: Nuove soluzioni a Monaco per ridurre l’impatto acustico dei cantieri

Espansione sul mare

Anse du Portier e Mareterra è un’estensione sul mare di 60.000 m² per un budget stimato di 2 miliardi di euro. Il nuovo quartiere sarà costituito da spazi pubblici e residenziali destinati a rispondere alla sempre maggiore richiesta di proprietà di lusso a Monaco.

Dietro quest’impresa si celano grandi nomi: come Valode & Pistre Architects, Renzo Piano (autore del Larvotto), Michel Desvigne per il paesaggio, l’architetto Alexandre Giraldi e non solo. Il quartiere sarà pedonale, in linea con l’obiettivo del Principato di ridurre le emissioni a zero entro il 2050.

Appuntamento al 2025 per vedere il risultato.

>> LEGGI ANCHE: Video. Il Principato si allarga in mare

Il nuovo Centro Ospedaliero Principessa Grace

Ristrutturare un ospedale in funzione dal 1902 assicurando la continuità delle cure e soprattutto senza disturbare i pazienti non è un’impresa facile.

La prima parte del progetto prevede la consegna di nuovi locali dell’ospedale che saranno in funzione dal 2026. La consegna definitiva del progetto, invece, è prevista per il 2032, con la demolizione dell’antico stabilimento.

Nuovo centro commerciale di Fontvieille

I lavori non sono ancora cominciati ma ormai manca poco: l’autorizzazione a costruire nel 2021 è stata concessa. Il progetto è immenso, darà un tocco di modernità a Fontvieille e non è stato affidato a una società qualunque: l’appalto, infatti, è stato vinto dal gruppo Socri Reim, autore dell’operazione* Nice Etoile e del Polygone Riviera.

Con la ristrutturazione completa del centro commerciale si prevedono circa 80 negozi con un cinema a tre o quattro sale, 40 appartamenti e 2.000 posti auto. Il tutto dominato da un giardino a più livelli, un vero polmone verde con 2.000 alberi pensato da Massimiliano Fuksas e Jean Mus. Speriamo migliori la qualità dell’aria!

Consegna prevista nel 2027.

>> LEGGI ANCHE: Monaco attraverso le immagini, dal 1860 a oggi

* Questo articolo è stato modificato il 30/09/2021 per aggiungere “CCA (Christian Curau)”, sostituire “AIA Architectes” con “AIA Life Designers” e “Nice Etoile” con”opération Nice Etoile”.