Il 7 gennaio, il Governo del Principe ha pubblicato un comunicato per spiegare nel dettaglio le nuove misure adottate per lottare contro il Covid-19.

Mentre la Francia vota per l’istituzione di un pass vaccinale, Monaco mantiene il suo pass sanitario. La certificazione sarà a breve estesa, vista l’impennata dei casi nel Principato: con 152 nuovi casi positivi e 41 ricoveri (di cui 4 in rianimazione) registrati questa domenica, il numero di persone contagiate dall’inizio della pandemia sale a 6.007. Il virus, inoltre, ha mietuto 42 vittime dal 2020, con l’ultimo decesso di una persona di 94 anni registrato giovedì scorso.

Per lottare contro questa contagio di massa, dal 17 gennaio il pass sanitario obbligatorio sarà esteso anche al settore bancario e amministrativo, ai fornitori di energia, acqua e telecomunicazione, al Ministero di Stato, alla Sicurezza Pubblica, oltre che a tutte le imprese o entità di servizi essenziali per il Principato. “Dobbiamo proteggere questi settori”, ha spiegato Pierre Dartout ai microfoni di Monaco Info. Il Ministro di Stato, di recente risultato positivo e posto in isolamento, fa appello alla vaccinazione.

Cambia il periodo di isolamento

Allo stesso tempo, è stato modificato anche il periodo di isolamento: passa da dieci a sette giorni per i casi positivi, seguito da cinque giorni di gesti barriera rafforzati. Nel caso di contatto con un positivo, sia che si è vaccinati o non vaccinati a basso rischio, non sarà necessario isolarsi ma effettuare un test PCR o antigenico due o tre giorni dopo il contatto. Si consiglia un tampone fai da te nei giorni a seguire.

Per i non vaccinati ad alto rischio, la quarantena andrà da cinque a sette giorni con un test PCR o antigenico alla fine del periodo. In entrambi i casi, si consiglia di adottare gesti barriera rafforzati per dodici giorni.

Dall’8 gennaio, i coperti dei tavoli nei ristoranti sono scesi a un massimo di otto, contro i dodici precedenti, con una distanza di 1,5 metri tra un tavolo e l’altro, invece di un solo metro. Il numero massimo di persone che possono presenziare a un evento è ormai limitato a 2.000.