Con i suoi 4000 utenti a fine agosto, l’applicazione Klaxit sembra essere una soluzione efficace non solo al rialzo incontrollato del prezzo del carburante, ma anche all’emergenza climatica.

Klaxit è l’applicazione leader francese del car-pooling per i lavoratori che devono effettuare il tragitto casa-lavoro. L’applicazione, lanciata due anni fa nel Principato, su iniziativa congiunta della Direzione dei Servizi Digitali, la Missione per la Transazione Energetica e la Direzione di Previsione, Pianificazione urbana e Mobilità, permette ai passeggeri di viaggiare gratuitamente e riconosce ai conducenti un piccolo compenso (da 1,50€ a 3€ a passeggero, in base alla distanza percorsa).

Questo basta a convincere diverse persone, sopratutto in un momento in cui i prezzi della benzina sono saliti alle stelle e l’emergenza climatica appare sempre più preoccupante. Le cifre parlano da sole: il primo anno sono stati effettuati circa 1.000 tragitti al mese, mentre negli ultimi mesi si è raggiunta una media di 2.000 corse a settimana. Il punto di partenza e di arrivo più popolare è naturalmente Nizza (42% in totale), seguita di poco dall’Italia.

LEGGI ANCHE: TRANSIZIONI. Il futuro dei trasporti nel Principato è elettrico

Lo sviluppo del car pooling offre vantaggi anche alle aziende, in particolare ai 35 partner del progetto come il CHPG, la SBM o il Centro Cardio-Toracico di Monaco (CCM). “Condividere il tragitto in auto riduce lo stress e consente ai lavoratori di socializzare con colleghi della propria azienda o con altri lavoratori del Principato, il che è interessante in questo periodo post-pandemia”, osserva un rappresentante del CCM.

Obiettivo: tornare al traffico degli anni ’90

Anche il Governo è coinvolto in questo progetto. Se si considera che la mobilità è responsabile di un terzo delle emissioni di gas serra del Principato, si capisce anche più facilmente come mai l’Esecutivo si stia impegnando così tanto a ridurre il numero di veicoli circolanti in territorio monegasco. Ogni viaggio da o per Monaco effettuato tramite l’applicazione viene infatti sovvenzionato dallo Stato, che dal momento del lancio ha investito oltre 300.000€.

Come si sarà capito, i trasporti e la mobilità sono al centro delle azioni del Governo, che d’altronde si è fissato l’obiettivo ambizioso di ridurre entro il 2030 il traffico di veicoli leggeri di circa il 20% rispetto al 2019. Il raggiungimento di questo obiettivo riporterebbe i livelli di traffico a quelli degli anni Novanta.

Klaxit è un primo passo nella giusta direzione, anche se restano alcuni miglioramenti da apportare, in particolare per risolvere le difficoltà di connessione con le reti Bouygues Télécom, Free e Orange. Nell’attesa di un accordo tra Monaco Telecom e questi operatori, potete usufruire del Wi-Fi gratuito disponibile a Monaco, nei pressi delle fermate degli autobus, ad esempio.