Notizia

Motociclista deceduto a Monaco dopo essere stato investito da un SUV nel tunnel IM2S

tunnel-im2S-monaco-incidente
© Google Street View

Il conducente dell’auto mostrava “evidenti segni di ebrezza”.

In un comunicato stampa, la Procura di Monaco ha esposto le circostanze del terribile incidente stradale avvenuto la sera del 7 gennaio.

Quel giorno, alle 22:55,”un veicolo della tipologia SUV, marchio Mercedes, (…) e un veicolo a due ruote tipo scooter” si sono scontrati sul Boulevard del Larvotto, all’uscita del tunnel IM2S, lato Pont de la Place Sainte-Dévote.

“Il conducente del motociclo, che viaggiava sulla propria corsia, è stato investito dal veicolo Mercedes, che ha superato la striscia continua e ha deviato nella corsia opposta guidando contromano”, ha dichiarato la Procura.

Purtroppo, il motociclista è morto sul posto, nonostante l’intervento dei soccorsi. Il comunicato aggiunge anche alcune informazioni sull’uomo che era alla guida del SUV. Secondo la Procura, si tratta di un individuo “di nazionalità straniera residente in Francia”, che mostrava “visibili segni di ebrezza”.

L’uomo è stato immediatamente preso in custodia, che il giorno successivo è stata estesa per 24 ore.

Il 9 gennaio il conducente del SUV è stato deferito alla Procura Generale, per essere presentato a un giudice istruttore, ed è stato posto in detenzione preventiva, in conformità con le disposizioni del tribunale. È accusato di omicidio colposo aggravato, guida in stato di ebbrezza, rifiuto di sottoporsi all’alcol test e rifiuto di sottoporsi a un test antidroga preventivo.