Pubblicità »
Analisi

Qual è il salario minimo a Monaco?

monaco-paysage
Nel Principato di Monaco, i dipendenti godono anche di un minimo di cinque settimane di ferie pagate all'anno, ma non è prevista la riduzione dell'orario di lavoro (RTT) - © Monaco Tribune

A parità di stipendio lordo, lo stipendio netto è più alto a Monaco che in Francia.

Monaco continua ad attrarre lavoratori. Secondo l’Istituto Monegasco di Statistica e Studi Economici (IMSEE), nel 2023 il settore privato ha raggiunto i 58.326 dipendenti. Sono 2.089 uomini e 765 donne in più rispetto al 2022. Mentre l’11% vive a Monaco, la stragrande maggioranza (80%) vive nelle Alpi Marittime e il 9% in Italia. Se i lavoratori sono così numerosi, spesso è perché la retribuzione a Monaco è più interessante, anche se il salario minimo orario lordo è lo stesso della Francia.

Pubblicità

Con un aumento dell’1,13%, dal gennaio 2024 il salario minimo lordo a Monaco, come in Francia, è di 11,65 euro l’ora. Ma perché quando si parla di retribuzione settimanale o mensile, i salari sono più alti a Monaco? Il motivo è semplice: le ore di lavoro settimanali sono 39 nel Principato, contro le 35 della Francia. Il salario minimo settimanale a Monaco è quindi di 454,35 euro lordi e quello mensile di 1.968,85 euro.

Meno contributi sociali, più vantaggi

A parità di salario lordo, un dipendente monegasco riceverà un importo leggermente superiore alla fine del mese. Questo perché vengono trattenuti meno contributi sociali che in Francia: ad esempio, mentre a un dipendente che riceve il salario minimo a Monaco viene trattenuto circa il 13%, a un dipendente francese viene trattenuto circa il 20%.

Pubblicità »

Un altro vantaggio del Principato di Monaco è che i genitori francesi possono richiedere gli assegni familiari del fondo di previdenza sociale monegasco (CCSS) all’arrivo del primo figlio, indipendentemente dal reddito e dalle imposte. Non si può dire lo stesso della Francia, dove gli assegni sono versati in base al reddito familiare e al numero di figli.

A Monaco, quindi, una famiglia ha diritto a ricevere 166,40 euro al mese dalla nascita fino ai tre anni del bambino, che diventano 249,60 euro fino ai 6 anni, 299,50 euro fino ai 10 anni e 349,50 euro dai 10 anni in poi. Segnaliamo, tuttavia, che l’assegno viene erogato solo se il padre, considerato come “capofamiglia”, lavora a tempo pieno nel Principato. Anche la madre può averne diritto, ma solo in alcuni casi. Da notare, inoltre, che dopo 10 anni di lavoro, i dipendenti hanno diritto alla pensione monegasca. Anche in questo caso, il valore dei “punti” per la pensione, utilizzati per calcolare l’importo, è più interessante che in Francia.

Pubblicità »

Il salario medio

Secondo l’IMSEE, nel Principato di Monaco la metà dei dipendenti del settore privato guadagna più di 3.074 euro lordi al mese, mentre il salario medio, che sale perché influenzato da stipendi molto alti, è di 4.593 euro. Ai due estremi, un dipendente su dieci guadagna meno di 2.126 euro lordi al mese, mentre uno su dieci guadagna più di 7.166 euro lordi.

Lo studio in questione mostra anche che i tre settori con i salari più elevati sono la finanza e le assicurazioni, il settore dell’informazione e della comunicazione e il commercio all’ingrosso. Al contrario, i tre ambiti con la più bassa retribuzione sono il commercio al dettaglio, le attività scientifiche e tecniche e il settore immobiliare.