La Principessa Charlene di Monaco è impegnata nella lotta contro il coronavirus attraverso la sua Fondazione. Suo fratello, Gareth Wittstock, è stato incaricato di distribuire le mascherine realizzate dalla Fondazione per gli abitanti del Principato. 

La Fondazione Principessa Charlene di Monaco dispone di 5.000 mascherine alternative realizzate in tessuto tecnico ed è il cognato del Principe Alberto che si occupa di distribuirle ai monegaschi per combattere la diffusione del coronavirus. Nel suo ruolo di segretario generale della Fondazione di sua sorella, Gareth Wittstock ha iniziato a metà aprile a distribuire queste mascherine riutilizzabili ai negozianti e ai clienti dei mercati di Montecarlo. Questa volta ha consegnato a Jeremy Bottin, presidente dell’Associazione Monegasca degli atleti olimpici, le mascherine per i 50 atleti olimpici monegaschi.

I Giochi Olimpici Speciali

Mascherato e guantato, Gareth Wittstock si è unito venerdì scorso anche a Pierre Van Klaveren, presidente dei Special Olympics Monaco, per andare a incontrare gli atleti monegaschi dei Giochi Olimpici Speciali per offrire loro queste mascherine con un simpatico messaggio di solidarietà #strongtogether (“più forti insieme”). Secondo la Fondazione, “gli atleti, che non uscivano da loro durante diverse settimane, sono stati molto toccati da questa visita”.

I Special Olympics Monaco, di cui la Principessa Charlene è presidente onoraria dal 2012, organizzerà a breve la ripresa degli allenamenti degli atleti per participare nei Giochi invernali negli Stati Uniti nel 2022 e nel Campionato mondiale estivo a Berlino nel giugno 2023.

 

Mascherine per tutti

Nelle ultime settimane, il quarantenne, molto vicino alla sorella, aveva già distribuito con i suoi colleghi diverse migliaia di maschere protettive nelle istituzioni del Principato e tra la popolazione generale. Tra i beneficiari vi sono l’Associazione del Principato per i disabili, che lavora tutto l’anno per migliorare la vita quotidiana delle persone con disabilità, nonché i dipendenti della Société des Bains de Mer che lavorano negli stabilimenti che rimangono aperti ai loro residenti.

Ambasciatori di prestigio

Queste mascherine, che possono essere riutilizzate fino a 40 volte, sono state create appositamente per la Fondazione da uno dei suoi partner, la società SCICON Sports. Questa azienda italiana è specializzata nella produzione di attrezzature tecniche sportive. Prestigiosi ambasciatori della Fondazione come Charles Leclerc, pilota monegasco di Formula 1, e Pierre Frolla, quattro volte detentore del record mondiale di apnea, hanno aderito a questa campagna.