La Riviera fa sognare, affascina ed è fonte di ispirazione. Dall’inizio del XX secolo, gli artisti e gli intellettuali di tutto il mondo adorano soggiornare nei migliori hotel della regione per ritrovare la pace e la creatività. E i brand oggi non sono da meno.

Gli anni d’oro del cinema sulla Costa Azzurra: un’ispirazione per il brand Bob Carlton

“Mi piacerebbe che entrando nei negozi, si avesse la sensazione di essere arrivati sulla Costa Azzurra”. Arthur Lahitte è un giovane stilista della Riviera che ha lanciato da due anni e mezzo il brand di accessori in pelle Bob Carlton, un mix tra un nome piuttosto facile da utilizzare all’estero e il personaggio Bill Carson del western Il buono, il brutto e il cattivo. Il cinema, da sempre sinonimo della Riviera, e l’eleganza casual delle celebrità di passaggio per le riprese o per il Festival di Cannes, sono fonte di ispirazione per il giovane imprenditore di 32 anni.

“Sentire gli spruzzi del mare, ascoltare una vecchia automobile che risuona sul lungomare… Il brand unisce la semplicità di OSS 117 all’eleganza di James Bond, Gary Grant o Grace Kelly”. Arthur Lahitte cerca sempre di collegare i luoghi che visita con il cinema. “Mi ispiro a Roger Moore, in “Attenti a quei due”, in quella scena girata a Villefranche, o ancora al film “Caccia al ladro” di Alfred Hitchcock girato a Monaco e a Cannes… è questo che ha creato il mito della Riviera!”

Trasferitosi in Costa Azzurra nel 2007, Arthur Lahitte cerca i suoi primi clienti sulle spiagge. “All’inizio vendevo borse di tela sulle spiagge private della Croisette. Hanno riscontrato parecchio successo, soprattutto tra gli stranieri. Ho pensato subito si salire di gamma, ed ecco perché ho iniziato a creare degli accessori in pelle”. Il suo obiettivo? Imporsi nel settore dei borsoni da viaggio top di gamma e in seguito far sbarcare il brand nell’industria della moda.

Fragonard: i profumi e i fiori dell’entroterra

I colori caldi, la dolce vita, i profumi, i fiori, la luce del Sud della Francia sono da sempre fonte d’ispirazione. Già da prima della Grande Guerra, Eugène Fuchs aveva creato a Grasse una marca di profumi per quei turisti che cominciavano a scoprire il fascino della Riviera. Nel 1926, nasce il marchio Fragonard, un nome che rende omaggio al pittore di Grasse Jean-Honoré Fragonard. Un secolo dopo, il profumiere si ispira ancora alla Provenza, attraverso i suoi profumi e i colori utilizzati nelle confezioni.

Jacquemus: d’ispirazione provenzale

Simon Porte Jacquemus, nato nel 1990 a Salon-de-Provence, è un giovane stilista che da qualche anno si è imposto nel mondo della moda. Ha creato il suo brand omonimo nel 2009 e oggi le celebrità ne vanno pazze. Le sue creazioni dallo stile semplice, a volte minimaliste, sono state influenzate dalla nostalgia per il passato ma anche dal Sud della Francia. “Mi chiamo Simon, amo il blu e il bianco, le righe, il sole, la frutta, i cerchi, la vita, la poesia, Marsiglia e gli anni ‘80”. È così che si presenta sul suo sito internet e queste poche parole racchiudono le sue fonti di ispirazione. Marsiglia, il Sud della Francia, la Provenza, è così tanto legato a questi luoghi che nel 2019, per i dieci anni del suo brand, ha organizzato la sfilata primavera-estate, intitolata Le Coup de soleil, tra i campi di lavanda di Valensole.

Fragonard, Bob Carlton e Jacquemus traggono ispirazione dalle bellezze della regione per imporsi nel loro settore. Un’ispirazione che continua senza sosta, e che li ha trasformati in dei veri e propri ambasciatori della Riviera in tutto il mondo.

Traduzione a cura di Valentina Alia.