Per il secondo anno consecutivo la famosa rivista di turismo Travel + Leisure ha eletto lo Château de la Chèvre d’Or miglior resort della Francia: una buona notizia per l’hotel a cinque stelle, in un anno così particolare. E quale migliore occasione per inaugurare la nostra rubrica sugli hotel storici della Riviera.

La vista mozzafiato sul mar Mediterraneo è senza dubbio la caratteristica che ha permesso allo Château de la Chèvre d’Or di essere eletto per due anni di fila, 2019 e 2020, come miglior resort della Francia. A conferirgli il titolo è stata la rivista Travel + Leisure, un vero punto di riferimento del turismo di tutto il mondo, basandosi su un questionario compilato dagli ospiti dell’hotel. Thierry Naidu, direttore generale dell’hotel di lusso, afferma entusiasta: “Siamo davvero felici per tutto lo staff, questo premio è anche una ricompensa per la qualità del servizio che offriamo ai nostri ospiti.”

Nel cuore di Eze, un borgo medievale

Un altro punto forte dell’hotel è la sua posizione: lo Château si trova nel cuore del borgo medievale di Eze, a 429 m di altitudine. E chi l’avrebbe mai detto che è nato tutto grazie a un certo Walt Disney. “All’inizio, lo Chèvre d’Or era un ristorante. Poi Walt Disney ha suggerito al proprietario dell’epoca di acquistare le case a fianco per trasformarlo in un albergo.” racconta Thierry Naidu. “La trasformazione è stata graduale: negli anni ’50 c’erano solo quattro camere, che sono diventate dodici negli anni ’90. Oggi offriamo quarantacinque camere e suite che rispecchiano lo stile delle abitazioni originali del borgo. A dir la verità, chi cammina tra le strade di Eze sta in parte visitando anche l’albergo”. I visitatori, tra cui diverse celebrità, amano senza dubbio l’autenticità dell’hotel, ma è la privacy ciò che apprezzano davvero, oltre alla possibilità di organizzare feste private. “In un hotel tradizionale si deve passare dalla reception. Questo, invece, è il luogo perfetto per chi cerca privacy e tranquillità: soggiornerete in una casa del borgo e potrete anche disporre di un giardino privato per trascorrere un soggiorno nella pace” spiega il direttore dell’hotel.

Non solo cucina gourmet…

Un giardino con 400 alberi di agrumi, sauna, piscina, jacuzzi, palestra e diversi ristoranti completano i servizi offerti. Il famoso ristorante Chèvre d’Or, che vanta due stelle Michelin, ha avuto l’onore di ospitare una lunga serie di celebrità. Bono degli U2, Beyonce, Shakira, Bill Clinton, Javier Bardem e Jack Nicholson hanno già degustato le pietanze mediterranee e locali create dagli chef Arnaud Faye e Julien Dugourd. “È il nostro fiore all’occhiello”, commenta Thierry Naidu, “ma offriamo anche due bistrot. È vero, cerchiamo sempre di promuovere la cucina gourmet e abbiamo l’onore di avere due stelle Michelin da vent’anni, ma abbiamo sempre voluto mantenerci accessibili, così che tutti possano scoprire le meraviglie dello Chèvre d’Or” conclude.

Non c’è da stupirsi quindi che l’hotel sia riuscito a salvare la stagione turistica 2020 nonostante il Covid-19. Solitamente con l’85% di ospiti stranieri, quest’anno l’albergo ha dovuto conquistare i turisti francesi. Missione a quanto pare riuscita: “Il mese di luglio è andato bene e agosto ancora meglio” afferma il direttore generale. Ma a causa della cancellazione dei convegni del settore del lusso che si sarebbero dovuti tenere a breve a Monaco, i prossimi mesi non sembrano promettere bene.

Informazioni www.chevredor.fr +33 (0)4 92 10 66 66

Chiusura stagionale dal 18 ottobre. Riapertura primavera 2021.

Traduzione a cura di Valentina Alia.