Travolto dall’offensiva lionese durante il primo tempo, il Monaco ha subito una pesante sconfitta (4-1) contro il Lione nella partita giocata la scorsa domenica allo Stadio Groupama.

È una sconfitta che potrebbe avere delle conseguenze. Durante i quarantacinque minuti, i monegaschi non sono riusciti a tentare più di quattro tiri contro i lionesi, che si sono accontentati di approfittare degli errori della difesa avversaria per portare a casa la vittoria. Con un primo tentativo perfettamente realizzato, il Lione comincia a contare i goal con una rete di Memphis Depay (12′, 1-0), nonostante l’AS Monaco avesse condotto la partita fino a quel momento, sprecando il colpo di testa di Youssouf Fofana su un passaggio perfetto di Djibril Sidibé (7’).

Ma con una difesa troppo debole, i monegaschi sono crollati, lasciando che Karl Toko-Ekambi raddoppiasse il risultato (34’, 2-0) seguito da Houssem Aouar (41’, 3-0), che ha sfruttato un rigore concessogli da Djibril Sidibé. E come se non bastasse, Toko-Ekambi, ancora una volta, approfitta di un malinteso tra Benoît Badiashile e Florentino Luis in area per fare una doppietta (44’, 4-0) e stordire i monegaschi che rientrano negli spogliatoi a testa bassa.

Un leggero miglioramento nel secondo tempo

Dopo l’intervallo, Niko Kovac effettua tre cambi per rafforzare la difesa, mettendo in campo Chrislain Matsima, seguito da Cesc Fabregas e Caio Henrique. Finalmente l’AS Monaco sembra riprendersi, con un goal di Wissam Ben Yedder (47’, 4-1) segnato su un rigore dopo un fallo in area su Ruben Aguilar.

Ma anche se i giocatori del Monaco si mostrano più agguerriti nel secondo tempo, i compagni di squadra di Benjamin Lecomte non sono riusciti a segnare una seconda rete, nonostante il tiro di Ben Yedder su un’apertura di Fofana (76′). Nell’ultima parte dell’incontro, il Lione si è ritrovato a terminare la partita con 10 giocatori in campo dopo un fallo di Melvin Bard su Aguilar (89’), ma il Monaco non è comunque riuscito ad approfittarne.

Una pesante sconfitta che fa scendere la squadra sotto il decimo posto in classifica, a una settimana dalla partita contro il Bordeaux che si giocherà al Luigi II.