Il Governo monegasco ha annunciato che le restrizioni sanitarie per contenere il Covid-19 resteranno in vigore fino al 19 marzo prossimo.

Nonostante i dati stiano lentamente migliorando, il Governo del Principe ha deciso di prendere le precauzioni necessarie per evitare un’eventuale nuova ondata dell’epidemia e annuncia un’estensione delle misure sanitarie. Entrate in vigore l’11 gennaio scorso, il coprifuoco e le altre restrizioni sono state prolungate di un mese. Non è ancora il momento di abbassare la guardia.

>> LEGGI ANCHE: Così il Principato gestisce la crisi sanitaria

Oltre la conferma del coprifuoco dalle 19:00 alle 6:00, l’accesso ai ristoranti continua a essere riservato solo ai residenti e a chi lavora nel Principato, sempre con prenotazione obbligatoria e massimo sei commensali a tavolo, e lo smartworking resta ancora obbligatorio.

Per i francesi che desiderano recarsi a Monaco, a queste restrizioni si aggiunge anche l’obbligo di presentare un test PCR negativo, effettuato non oltre 72 ore prima, oltre che un certificato che conferma la non contagiosità. Queste misure non sono valide per i lavoratori transfrontalieri e gli studenti che abitano nel dipartimento delle Alpi Marittime e del Var. Inoltre, i deputati continuano le negoziazioni con la Francia per eliminare la restrizione dei 30 km e hanno richiesto maggiore sostegno per gli operatori economici in difficoltà.

Gli ultimi dati

Il Covid-19 continua a circolare a Monaco. È stato infatti dichiarato un nuovo decesso: una persona di 88 anni residente nel Principato che era risultata positiva al coronavirus. Si tratta del 22° residente deceduto.

Mercoledì 17 febbraio, Monaco contava 29 nuovi casi positivi e altri 28 guariti. Il bilancio sanitario sale a 1.816 persone contagiate dall’inizio della crisi sanitaria. Inoltre, 51 persone sono state ricoverate presso il Centro Ospedaliero Principessa Grace.

La campagna di screening non si ferma: tra l’8 e il 14 febbraio incluso sono stati effettuati 5.422 test. In questo arco temporale, il Principato ha contato 105 casi positivi e un tasso d’incidenza pari al 276,32 (contro il 436,84 della settimana precedente).

>> LEGGI ANCHE: Covid-19: come funziona il nuovo centro nazionale di diagnosi