Quando l’innovazione tecnologica incontra il meglio dell’ingegneria, nasce Esurf: una tavola da surf elettrica che da quest’estate farà il suo ingresso nel mercato dei “water toys”.

Una delle tavole più leggere in circolazione, appena 24 kg, una delle più veloci, con una velocità di punta di 64 km/h e con la migliore autonomia di sempre, 45 minuti di utilizzo… Sono queste le caratteristiche dell’Esurf, un’innovazione nel campo degli sport acquatici.

Anche se il design all’avanguardia potrebbe far pensare il contrario, l’Esurf non è destinata a un pubblico di soli professionisti. Tutti possono averla. Per aumentare il divertimento, in pochi minuti si può trasformare in Ekart, un go-kart acquatico, o in Esurf Tube, per un utilizzo semplificato.

Il lavoro di un imprenditore appassionato

Dietro l’Esurf si nasconde Flavien Neyertz, il due volte campione mondiale di surf motorizzato. La storia ha inizio nel 2009, quando l’imprenditore monegasco fonda la società COBALT, specializzata nella motorizzazione elettrica, con cui crea la versione ecologica di un jetsurf.

L’ecosostenibilità prima di tutto

Nella mia carriera da surfista su tavole con motore termico, ho potuto notare il nostro impatto sul mare. Nel nostro piccolo, vorremmo trasformare le procedure e salvaguardare l’ambiente grazie alla nostra tecnologia unica e innovativa.

Flavien Neyertz

In questo contesto ecosostenibile, Flavien Neyertz ha voluto creare una tavola da surf completamente elettrica, che garantisse zero rumore e zero inquinamento. Per salvaguardare il suo terreno di gioco, è inoltre impegnato nella protezione degli oceani: per ogni vendita di Esurf, una parte sarà devoluta a un’associazione monegasca impegnata nella salvaguardia dell’ambiente.