Piatti e posate di plastica, coriandoli e steli per i palloncini. Sono alcuni degli oggetti che non saranno più disponibili per la vendita d’asporto.

Entro il 2030, il Governo del Principe conta di eliminare i rifiuti di plastica derivati dagli oggetti monouso. Nel 2016, il Principato aveva già vietato i sacchetti di plastica usa e getta, seguiti da cannucce e bastoncini nel 2019.

Da marzo 2020, gli steli dei palloncini e delle lanterne sono anch’essi vietati. Questo genere di rifiuti, infatti, inquina gli ecosistemi marini e ne minaccia la biodiversità.

Obiettivo “zero rifiuti” entro il 2030

A partire dall’anno prossimo, l’attenzione passerà sull’eliminazione dei giochi in plastica che si trovano nei menù per bambini, delle bustine di tè o tisane non biodegradabili, degli imballaggi in plastica di certa frutta e verdura fresca non trattata e delle etichette non compostabili.

Da gennaio 2022 le posate monouso saranno a pagamento, mentre dal 2023 i ristoranti non potranno più utilizzare piatti usa e getta.

Travel Club Monaco