Il Governo del Principe si è impegnato a donare 15.600 vaccini ai paesi più bisognosi.

La donazione rientra nell’iniziativa COVAX lanciata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Dopo l’annuncio, il Palazzo del Principe ha spiegato che l’OMS vuole assicurare che l’accesso al vaccino sia “equo” e che rispetti “le necessità dei paesi”.

L’obiettivo dell’iniziativa COVAX è di distribuire oltre 2 miliardi di vaccini in tutti i paesi del mondo prima della fine del 2021, con un’attenzione particolare alle nazioni più povere.

A gennaio scorso, Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, aveva messo in guardia sulle conseguenze morali dell’incetta di vaccini per il Covid-19 da parte dei paesi più ricchi. “Il mondo è sull’orlo di un fallimento morale catastrofico, e il prezzo di questo fallimento lo pagheranno le vite e i mezzi di sussistenza dei paesi più poveri del mondo”.

Il Principato aiuta attivamente i paesi più poveri a combattere contro la pandemia, con un’attenzione particolare per l’Africa. Monaco ha donato mascherine, attrezzature per la protezione individuale, gel idroalcolico e non solo.

>> LEGGI ANCHE: OMS e distribuzione dei vaccini ingiusta: si va verso un “catastrofico fallimento morale”