Per assicurarsi che la nuova spiaggia del Larvotto di Monaco resti pulita e immacolata come nel giorno di apertura, il Principato ha deciso di intervenire sull’inquinamento da mozziconi di sigaretta.

I mozziconi di sigaretta rappresentano il 40% dei rifiuti raccolti nelle città e nelle spiagge. Per combattere contro questo dato allarmante, il comune di Monaco ha unito le forze con la Direzione del Turismo e dei Congressi e la Società di risanamento monegasca (SMA) per sconfiggere l’inquinamento da sigarette sulle spiagge di Monaco.

Il Governo del Principe ha annunciato di recente che tutte le spiagge del Principato saranno non fumatori. Non sarà quindi più possibile portare in spiaggia i posacenere disponibili nel complesso del Larvotto e del Solarium.

Se siete fumatori, niente panico! Sarà ancora possibile fumare nelle vicinanze delle spiagge, ma solo in alcune zone designate, per esempio sulla promenade del Larvotto. Per evitare qualsiasi genere di inquinamento, gli addetti della società di risanamento di Monaco e dell’ufficio del turismo distribuiranno posacenere a chi è in pausa sigaretta.

Quanto incidono i mozziconi di sigaretta sull’ambiente?

Per combattere definitivamente questo genere di inquinamento, Monaco ha installato anche alcuni posacenere all’avanguardia in diverse aree pubbliche, tra cui il mercato della Condamine, la piscina Rainier III e l’Espace Léo Ferré.

Solo in Francia, si stima che ogni anno vengano gettati per terra tra i 30 e 40 milioni di mozziconi, che finiscono poi nei nostri fiumi e nei nostri oceani. Visto che un solo mozzicone può inquinare 500 litri di acqua, l’impatto che questi rifiuti hanno sul pianeta può essere davvero disastroso.