Venerdì 10 settembre, il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha dichiarato di voler rilanciare il progetto del battello che collegherà Nizza a Cap d’Ail.

Andare da Cap d’Ail a Nizza, e viceversa, in soli 35 minuti via mare: un annuncio che aveva entusiasmato tantissimi abitanti della regione. Purtroppo, però, il progetto del battello ibrido, stimato a 5 milioni di euro escluse tasse, era stato abbandonato a causa di una gara d’appalto andata deserta. Il lancio, previsto ad agosto scorso, non è mai avvenuto, condannando numerosi automobilisti a rassegnarsi agli imbottigliamenti tra Monaco e Nizza.

Una navetta a zero emissioni per alleggerire il traffico stradale

Dopo una conferenza stampa tenuta dal sindaco di Nizza, la speranza sembra essere rinata. Davanti ai giornalisti, Christian Estrosi ha affermato di voler rilanciare il progetto del battello tra Nizza e Monaco.

Gli studi di fattibilità verranno presto ripresi per ridare vita al cantiere. La navetta a zero emissioni potrà trasportare fino a 140 passeggeri e partirà ogni ora o ogni mezz’ora a seconda della fascia oraria.

Un aspetto pratico importante è che “sarà collegata direttamente alla linea 2 del tram oltre che al Parc Relais Port Lympia”. Tuttavia, non vi aspettate di salire a bordo già dall’estate prossima: il progetto non sarà terminato prima del 2025.

Travel Club Monaco