Il segretario di Stato alla Giustizia ha menzionato il conflitto russo-ucraino nel preambolo della sua intervista a Monaco Info.

Interrogato sul potere della giustizia internazionale di fronte alla crisi che ha scosso l’Ucraina dopo l’invasione russa di giovedì 24 febbraio, Robert Gelli, Segretario di Stato alla Giustizia, ha rilasciato una dichiarazione la sera stessa ai microfoni di Monaco Info: “La giustizia internazionale non intende intervenire in questa fase. Penso che questo non sia l’argomento più importante oggi. La cosa più importante è che i governi, gli stati e le Nazioni Unite mettano in atto misure o disposizioni, o intavolino tutte le discussioni possibili e immaginabili. Ma la giustizia non deve intervenire in questa fase”.

Per quanto riguarda, più nello specifico, i rapporti tra il Principato e i due Paesi segnati dal conflitto, Robert Gelli aggiunge: “È vero che con la Russia, come con l’Ucraina, qui a Monaco abbiamo rapporti da giustizia a giustizia abbastanza significativi e regolari ed è ovvio che situazioni come quella che stiamo vivendo possano avere un impatto sul normale svolgimento della cooperazione internazionale”.

Il Segretario di Stato alla Giustizia ha poi parlato del suo recente viaggio a Dubai per incontrare le autorità giudiziarie locali, della lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo, dell’importanza della transizione digitale nel campo della giustizia e della ripresa delle attività dell’Istituto per la formazione delle professioni legali.