Pubblicità »
Critica

Provato per voi: Elsa del Monte-Carlo Beach

elsa-restaurant-monte-carlo-beach
Monte-Carlo SBM

La chef Mélanie Serre ha ripreso le redini di questo bel locale gestito dalla Société des Bains de Mer.

melanie-serre-elsa
Mélanie Serre © Monte-Carlo SBM

Prendete ingredienti freschi, bio, locali e di stagione. Aggiungete un pizzico di creatività e insaporite con un’incredibile vista sul mare. Ecco la ricetta di Elsa, il ristorante del Monte-Carlo Beach dove la chef Mélanie Serre tiene le redini della cucina

Pubblicità

La ragazza non pensava di essere destinata a una carriera dietro ai fornelli, anche se la sua idea non era troppo lontana dalla cucina: “Dopo il liceo scientifico ho optato per un percorso di studi in management alberghiero/ristorazione. Durante l’adolescenza, ho lavorato con mio zio che faceva il cuoco per un catering. Tutti i sabati andavo a lavorare ai matrimoni mentre i miei amici andavano a divertirsi. Adoravo l’atmosfera dei matrimoni, dove gli ospiti sono allegri e va tutto bene.

Dopo il diploma, ho deciso d’intraprendere questa strada, ma non volevo stare in cucina, volevo occuparmi della gestione. Mi ricordo persino che durante il colloquio di ammissione dissi: “un giorno, avrò un hotel in ogni continente”.

Pubblicità »

Dopo diverse esperienze in catering rinomati, quindi, Mélanie Serre cambia strada ma non perde l’ambizione. Arrivata a Monaco per la prima volta nel 2011, si unisce allo staff del Métropole, di Joël Robuchon e Christophe Cussac. Quattro anni dopo, su richiesta di Joël Robuchon, si occupa del ristorante Atelier a Parigi, prima di aprire il suo nella capitale. Un’avventura che continua ancora oggi con l’aiuto del suo compagno.

Una cucina 100% biologica

Quella che gli si presenta davanti è una sfida tutta nuova: gestire due ristoranti, uno a Parigi e l’altro a Roquebrune-Cap-Martin. Dopo il primo periodo di entusiasmo è necessario organizzarsi al meglio. Ma, soprattutto, dedicarsi completamente ai prodotti biologici, il marchio di fabbrica del locale. “È una vera sfida: sei alle dipendenze della natura, delle stagioni, di quello che vuole offrirti. È difficile quando si ha un ristorante, con un menù che è sempre quello. Oggi, per esempio, ho il rabarbaro tra i dessert, ma può essere che tra una settimana non ci sia più rabarbaro.

LEGGI ANCHE: Provato per voi: Pavyllon, il nuovo ristorante di Monaco firmato Yannick Alléno

Pubblicità »
elsa-restaurant
© Monte-Carlo SBM

Bisogna sapersi adattare e a volte cambiare in fretta. E bisogna farlo ancora più rapidamente con i prodotti bio che con quelli di stagione. Poi, alcuni prodotti non si trovano biologici, come il satay, una spezia asiatica. Volevo assolutamente fare uno zabaione al satay con asparagi, ma il satay biologico non esiste, quindi ho dovuto imparare a farlo. Ho imparato anche a fare la pasta brick!”

triglia-piatto-elsa
Filetto di triglia del Mediterraneo, gnocchi di patate, germogli di rucola pepati e condimento all’aglio nero – © Monte-Carlo SBM

Oltre a questa riflessione sulle materie prime biologiche, l’obiettivo di Mélanie Serre è quello di proporre un menù sano, ma non per questo insipido:

“Bisogna sempre trovare il prodotto migliore, dal fornitore migliore. Ho bisogno che ci sia una certa intesa con la persona con cui lavorerò, di vedere come lavora per esaltare il prodotto. Ma la cosa più importante è fare una cucina che abbia gusto, con peperoncino, pepe… Una cucina di un certo livello, di carattere.”

LEGGI ANCHE: Provato per voi: Em Sherif, un viaggio culinario alla scoperta del Libano

La nostra opinione

Non c’è che dire, l’impresa è assolutamente riuscita! I piatti sono leggeri e sani ma non manca di certo il gusto! Vi consigliamo in particolare la carota al cumino, con pesto delle sue foglie e succo rinfrescante d’arancia e zenzero: un piatto che conquista non solo per la presentazione, ma per i sapori indescrivibili!

piatto-carota-elsa
© Monte-Carlo SBM

I dessert sono leggeri e freschi al palato, particolarmente graditi in estate. Infine, la splendida terrazza soleggiata offre una vista spettacolare sul Mediterraneo: noi ci sentiamo già in vacanza!

Un ristorante assolutamente da provare. Avete tempo fino al 2 ottobre 2022, data in cui finisce la stagione.

Info utili:

  • Aperto a pranzo e a cena da mercoledì a domenica.
  • Pranzo dalle 12:30 alle 14:30. Cena dalle 19:30 alle 22:30.
  • Pranzo: antipasto/portata principale/dessert 68€ di settimana, 88€ nel fine settimana e festivi
  • Menù degustazione da cinque portate: 138€