La vittima, originaria di Roccabruna, ha perso la vita il 18 luglio durante un bagno notturno.

Il 18 luglio un uomo di 34 anni originario di Roccabruna è morto dopo essere annegato in un tratto di mare della spiaggia del Larvotto. Il fatto è accaduto poco prima delle 23:00, al di fuori dell’orario di sorveglianza dello stabilimento balneare. Secondo Monaco Matin, è un amico della vittima ad aver lanciato l’allarme chiamando il 17 dopo aver perso le sue tracce. Il cadavere dell’uomo è poi stato rinvenuto dagli agenti della Sicurezza Pubblica a pochi metri dalla riva.

La polizia, i vigili del fuoco e lo SMUR di Monaco hanno provato a rianimare il giovane, ma senza alcun risultato. La Procura di Monaco è stata chiamata a “indagare sulla causa del decesso”.

L’amico della vittima e diverse persone che erano presenti in spiaggia capaci di fornire degli elementi in più sono stati interrogati dalla Sicurezza Pubblica per stabilire le circostanze del decesso. Al momento l’ipotesi dell’incidente resta quella più plausibile perché la vittima aveva bevuto molto, secondo quanto riportato da Monaco Matin. È stata inoltre eseguita un’autopsia, ma i risultati non sono stati divulgati.