Servizio

Il Consiglio comunale vota un bilancio di 85,3 milioni di euro per il 2023

Comune Monaco
© Comune di Monaco

Tra le spese imminenti: la ristrutturazione di Villa Lamartine.

Durante la riunione del Consiglio Comunale del 15 dicembre, è stato votato all’unanimità dai consiglieri il Budget 2023. Un bilancio eccezionale, che ammonta a 85.329.000 €.

Un aumento dell’11,37% rispetto al 2022, che si spiega in particolare con un prelievo di 3,1 milioni di euro dal Fondo Finanziario Comunale. Questo prelievo è destinato a finanziare tre interventi previsti per l’anno 2023: il proseguimento dei lavori di restauro di Villa Lamartine, dell’Espace Saint-Charles e della Salle du Conseil.

1,8 milioni saranno destinati a Villa Lamartine, che diventerà la sede degli associati del Club le Temps de Vivre, al posto delle videoteche e fonoteche comunali e del Museo Latil. I lavori saranno completati, in linea di massima, nel 2023.

450.000 € saranno destinati all’Espace Saint-Charles, per rinnovare completamente gli spogliatoi del personale del mercato di Monte-Carlo, nonché gli spogliatoi del personale e del pubblico della piscina di Saint-Charles. Il completamento di questi lavori, inizialmente previsto per il 2022, è stato posticipato al 2023.

Infine, 850.000 € sono stati stanziati per la ristrutturazione della Salle du Conseil. “Questa ristrutturazione riguarderà in particolare i pavimenti, le pareti e i soffitti, ma anche tutte le attrezzature informatiche (soluzioni software, hardware) e tutti i mobili presenti nella sala”, precisa il Comune.

Allo stesso tempo, il Consiglio Comunale ha indicato che “le spese per il personale e gli oneri sociali ammontano a 52.600.000 €, con un aumento degli stanziamenti dell’11,75%. (…) Questa evoluzione tiene conto in particolare dell’incremento dell’indice salariale, delle promozioni, nonché dei vari pensionamenti previsti per l’anno, degli infortuni sul lavoro o delle spese per le indennità di malattia in denaro. Sono previste anche nuove assunzioni”.

Sul fronte delle entrate, oltre ai 3 milioni prelevati dal Fondo Finanziario Comunale, si stima che il Comune incasserà 17.300.400 €.

Meno cartelloni pubblicitari e più piccoli

Il Consiglio Comunale ha anche colto l’occasione per discutere la questione dei cartelloni pubblicitari. “Come concordato con il precedente Ministro di Stato, stiamo continuando a dare una rinfrescata, a ripulire la città dai cartelloni più antiestetici e a rendere il nostro “stock” più gradevole dal punto di vista estetico, cercando di portarlo allo standard del nostro bel Principato”, ha aggiunto il vicesindaco Axelle Amalberti Verdino.

Pertanto, i cartelloni saranno riprogettati e le dimensioni saranno ridotte. “Stiamo passando [anche] da 24 a 14 cartelloni. Vorrei rassicurare i nostri clienti, comprese le associazioni, che non c’è alcuna perdita dal punto di vista geografico: stiamo semplicemente eliminando i doppioni e aggiungendo uno schermo digitale”, continua Axelle Amalberti Verdino.

Anche queste disposizioni, così come le nuove tariffe aumentate del 5% per il 2023, sono state votate all’unanimità.