Notizia

Un’associazione monegasca promuove la donazione degli organi durante U Giru de Natale

u-giru-de-natale
Ogni anno, la corsa monegasca riunisce diverse centinaia di persone nel mese di dicembre. ©U Giru de Natale

Il 10 dicembre, la tradizionale corsa di Natale partirà, e arriverà, a Port Hercule.

Pubblicità

L’anno scorso, più di 1.000 persone si sono ritrovate sulla linea di partenza di questa gara natalizia molto popolare, che attraversa l’intero Principato con un percorso quasi identico al circuito del Gran Premio di Monaco. Quest’anno, le associazioni Monaco Liver Disorder (MLD) e Trans-Forme si sono unite all’evento monegasco per promuovere un messaggio: “Donare organi = donare la vita”. Le due organizzazioni hanno anche formato una squadra chiamata “Je course pour le Don et la Vie” (corro per la donazione e la vita) nella quale sono presenti pazienti trapiantati e in dialisi.

“Siete invitati a conoscere i pazienti trapiantati adulti e bambini alla partenza della gara”, dichiara la MLD, che lotta contro tutte le malattie epatiche infantili. Trans-Forme, invece, è stata fondata nel 1989 con l’obiettivo di riabilitare i pazienti trapiantati e in dialisi attraverso l’attività fisica e lo sport, promuovendo al contempo la ricerca medica e sportiva in questi campi.

La gara prevede partenze diverse da Port Hercule in base alla fascia d’età: per i nati tra il 2013 e il 2017, inizierà alle 9:00, per i ragazzi nati tra il 2009 e il 2012 alle 9:30. Alle 10:30, invece, ci sarà la partenza della corsa di 10 km. Le pettorine possono essere ritirate sabato dalle 10:00 alle 17:00, oppure, per la gara di 10 km, domenica fino alle 9:45.