Barriere coralline in pericolo, inquinamento da plastica e acidificazione degli oceani: sono diverse le minacce che incombono sull’ambiente marino e che rendono gli ecosistemi sempre più fragili. In occasione della XII edizione della Monaco Blue Initiative, il Principato punterà i riflettori sulle testimonianze delle ONG e degli scienziati che lottano tutti i giorni per salvaguardare i nostri mari.

Quest’anno, da lunedì 22 a domenica 28 marzo si terrà la Monaco Ocean Week: una settimana dedicata alla salvaguardia degli ecosistemi marini di tutto il mondo. L’evento è organizzato dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco e dai suoi partner, tra cui l’Istituto Oceanografico di Monaco, il Centro Scientifico di Monaco e lo Yacht Club di Monaco.

Il programma prevede diverse conferenze tenute da scienziati specializzati negli oceani e alcuni workshop dedicati all’innovazione. Quest’anno, l’evento si svolgerà sia in presenza, sia online: un formato ibrido nel rispetto delle misure sanitarie per lottare contro il Covid-19.

>> LEGGI CHE: La nostra salute è strettamente legata a quella degli oceani. Ecco perché

Risolvere il problema della plastica e dell’inquinamento marino

La prossima settimana, l’evento presenterà alcuni progetti scientifici innovativi, come la creazione di barriere coralline artificiali stampate in 3D, le ultime soluzioni per combattere l’inquinamento da plastica, o ancora le recenti scoperte sulle alghe e sulla loro incredibile capacità di rigenerare l’oceano.

Oggi, gli ecosistemi marini sono minacciati da otto milioni di tonnellate di plastica. Per ovviare al problema, alcuni scienziati e alcune organizzazioni della società civile di diverse nazionalità esporranno le loro soluzioni per lottare contro questo disastro ambientale.

La XII edizione della Monaco Blue Initiative, da lunedì 22 a domenica 28 marzo 2021. Consultate il programma della Monaco Ocean Week.

>> LEGGI ANCHE: VIDEO. Monaco costruisce un’Arca di Noè per i coralli