Domenica sera, allo stadio Louis II, il Monaco ha sconfitto il Rennes (2-1) sotto lo sguardo attento del Principe Alberto II. Manca solo una giornata dalla fine del campionato e i monegaschi conservano il terzo posto nella classifica di Ligue 1.

L’esplosione di gioia sul fischio finale la dice lunga sul sospiro di sollievo che hanno tirato i monegaschi, che hanno combattuto fino alla fine dei tempi supplementari per conservare il vantaggio e conquistare una vittoria indispensabile nella corsa al titolo. Nell’incontro che ha tenuto tutti con il fiato sospeso, gli uomini di Niko Kovac non hanno mai mollato, sconfiggendo il Rennes (2-1) nell’ultima partita in casa della stagione.

Nonostante la tensione, i compagni di squadra di Guillermo Maripan hanno iniziato l’incontro alla grande, aprendo il punteggio con un gol di Wissam Ben Yedder (1-0, 16′), che ha segnato la sua 16a rete della stagione in campionato, e proseguendo con un tiro rasoterra di Aleksandr Golovin (2-0, 29′).

Match contro il Lens decisivo

Ma al ritorno dagli spogliatoi, il Monaco ha concesso la rimonta agli instancabili avversari. Con uno sfortunato autogol di Axel Disasi, nel tentativo di deviare un colpo di testa di Bourigeaud (2-1, 68′), il Rennes ha accorciato le distanze. Restando uniti e mostrando una difesa impeccabile, i monegaschi hanno dato prova di coraggio rispondendo agli attacchi del Rennes fino all’espulsione di Da Silva per un brutto fallo su Fodé Ballo-Touré (85′).

Undici contro dieci, gli uomini di Niko Kovac hanno dato il massimo, conquistando la ventiquattresima vittoria della stagione e conservando il terzo posto in Ligue 1, nonostante il successo del Lione sul campo del Nîmes (2-5). Con un punto di vantaggio sul Lione, il destino dell’AS Monaco è ancora tutto da decidere. In caso di vittoria a Lens domenica prossima (ore 21:00), in occasione dell’ultima giornata di campionato, conquisteranno il titolo e un posto in Champions League.

Travel Club Monaco