Costretto a ritirarsi dopo essere stato colpito nelle prima curve del Gran Premio di Ungheria dello scorso weekend, Charles Leclerc sta vivendo una stagione frustrante, caratterizzata da diversi scherzi del destino. Ripercorriamo la prima parte della stagione che ha visto il pilota monegasco sfiorare la vittoria a Silverstone per poi trovarsi impossibilitato a partecipare al Gran Premio di Monaco dopo essersi aggiudicato la pole position.

Nonostante la fortuna non abbia sorriso a Charles Leclerc fin dall’inizio della stagione, non tutto è perduto perché, al contrario della precedente vettura, la SF21 è stata progettata bene. Dopo una stagione 2020 deludente, per non dire catastrofica, e in attesa del nuovo regolamento che entrerà in vigore la prossima stagione, i tifosi della Ferrari potevano prepararsi al peggio. Invece, gli ingegneri della Scuderia Ferrari sono riusciti a correggere alcuni dettagli per rendere la SF21 una vettura competitiva, in grado di lottare per il podio ogni week-end.

Il trauma del Gran Premio di Monaco

Sì, ma non finisce qui. Charles Leclerc ha fatto un inizio di stagione sicuramente promettente e regolare (6° in Bahreïn, 4° a Imola, 6° in Portogallo e 4° a Barcellona) che si è concluso con l’apoteosi della pole position a Monaco, ma i problemi sono arrivati proprio il giorno seguente questa magnifica performance. Vittima di un problema meccanico a qualche minuto dalla partenza, il monegasco è stato costretto a ritirarsi. Una cocente delusione. “Non è facile da accettare” aveva confessato qualche minuto prima della partenza;  per poi aggiungere: “Speriamo di poterci rifare a Bakou!”

Scommessa vinta. Per la seconda volta consecutiva in questa stagione, Charles Leclerc si aggiudica la pole position. Eppure durante la gara, la Ferrari non riesce a mantenere lo stesso ritmo delle qualificazioni. Alla fine il monegasco termina quarto, fuori dal podio, e Monaco viene già dimenticata. Quindici giorni dopo, non gli è favorevole nemmeno il circuito di Paul Ricard, a qualche centinaia di chilometri dal Principato. Chiude solo sedicesimo all’arrivo. “È stata la gara più difficile che io abbia mai fatto in Formula 1. Le gomme si consumavano moltissimo. Bisogna veramente lavorarci su perché sia io che Carlos (Sainz) abbiamo fatto molta fatica.”

Vicino a una terza vittoria in F1…

Settimo e ottavo nel doppio appuntamento in Austria, Leclerc arriva a Silverstone con la volontà di riprendersi e di replicare il suo inizio stagione. Quarto sulla griglia di partenza, il fratello maggiore di Arthur Leclerc ha fatto una gara entusiasmante, con cui ha sfiorato la terza vittoria in Formula 1. In testa già dal secondo giro, dopo il tamponamento tra Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull), il monegasco ha condotto la gara per quarantotto giri, prima di essere sorpassato dal Britannico a due giri dall’arrivo e malgrado una penalità di dieci secondi per l’avversario.

Travel Club Monaco

Come a Monaco, Leclerc lascia il circuito con grandi rimpianti. Una stagione 2021 decisamente ricca di emozioni. Come in seguito alla prima delusione a Monaco, il pilota della Ferrari dà appuntamento al Gran Premio successivo. Però, al contrario di Bakou, a Budapest, il compagno di Carlos Sainz non riesce a uscirne a testa alta; anzi, la sfortuna si accanisce ancora una volta su di lui. Partito dalla settima posizione, Leclerc viene colpito dall’Aston Martin di Lance Stroll che ha sbagliato completamente la frenata nella prima curva del circuito. Svanisce un altro Gran Premio, e con lui tutte le speranze di un buon risultato.

La seconda metà della stagione sarà più favorevole?

“So che talvolta i minimi errori possono avere grandi conseguenze. Ma questo non è un errore minimo. Non vedevo Lance sugli specchietti retrovisori, era cinque o sei posizioni dietro di me, quindi un qualunque sorpasso di questo tipo alla prima curva non è realistico” critica il Monegasco. “Ma è così, succede. È molto frustrante. Sono stato abbastanza sfortunato in questa prima parte della stagione, ma devo farmene una ragione.”

>> LEGGI ANCHE: Top e flop del 78° Gran Premio di Monaco

La stagione riprenderà il 29 agosto prossimo, a Spa-Francorchamps, in Belgio, per uno dei Gran Premi più spettacolari della stagione su una pista sempre molto entusiasmante. Charles Leclerc ha quindi tempo di ricaricare le batterie per iniziare questa seconda parte di stagione con il piede giusto e magari guidato da una sete di rivincita.