Domenica sera al Louis II, in occasione della quinta giornata di Ligue 1, l’AS Monaco è stata sconfitta dal Marsiglia (0-2).

Il match: 0-2

A quindici giorni dalla vittoria sul campo dell’ETAC (1-2), questa domenica l’AS Monaco è tornata allo stadio Louis II per giocare contro il Marsiglia. A un passo dagli europei e dal podio alla fine della scorsa stagione, gli uomini di Niko Kovac si solo lasciati scappare punti preziosi. Con appena qualche azione interessante contro una squadra marsigliese ben posizionata, i monegaschi non sono riusciti a trovare la rete neanche una volta.

Deboli in difesa, i giocatori dell’ASM hanno lasciato che gli avversari aprissero il punteggio con il goal di Bamba Dieng (0-1, 37′). Dopo due tentativi finiti in palo (vedi qui sotto), Dien segna la doppietta (0-2, 60′) per colpa di un altro errore in difesa. Nonostante l’entrata in campo di Myron Boadu, Krépin Diatta e Jean Lucas, l’ASM non è riuscita a ribaltare il punteggio, lasciando che l’OM ripartisse dalla Rocca con tre punti.

Doppio palo per Dieng

Oltre ad aver segnato una doppietta (37′, 60′), il giovane attaccante senegalese del Marsiglia avrebbe potuto mettere in porta altri due tiri durante il primo tempo. Purtroppo, però, la palla di Bamba Dieng ha preso i pali della porta di Alexander Nübel. La prima volta su un tiro raso terra troppo trasversale (13′), la seconda qualche minuto dopo su un’azione simile (28′). In questi due tentativi, l’attaccante marsigliese ha avuto la meglio su Chrislain Matsima, sostituito dopo l’intervallo con Ruben Aguilar.

Il tentativo di Aurélien Tchouaméni

Convocato per la prima volta nella nazionale di Francia negli ultimi due incontri dei Bleus, il francese (3 selezioni) è stato l’unico monegasco a essere all’altezza del centrocampista marsigliese.

Travel Club Monaco

Con il 96% di passaggi riusciti (53/55) e il 67% di scontri vinti (6/9), Aurélien Tchouaméni ha dato il meglio di sé sotto gli occhi del talent scout della nazionale francese, Didier Deschamps, presente al Louis II. L’ex giocatore del Bordeaux avrebbe potuto avere il suo momento di gloria grazie a un passaggio decisivo che né Kevin Volland, né Gelson Martins sono riusciti a riprendere (19′).

Un po’ di numeri

Nonostante i 7 tiri, i monegaschi non hanno mai disturbato Pau Lopez, che ha passato una serata piuttosto tranquilla per la sua prima partita da titolare.

“Una vittoria meritata”

“Quattro punti in cinque giornate, non è quello che ci aspettavamo. Non rispecchia il nostro livello. Dobbiamo mostrare la stessa attitudine e la stessa passione della scorsa stagione”, dichiara Niko Kovac in conferenza stampa. “Pensavamo che le cose sarebbero state più facili rispetto alla scorsa stagione, ma bisogna rimboccarsi le maniche. Mi aspettavo un match aperto. Ma stasera, c’è stata solo una squadra che ha giocato ed è stata l’OM. Non è stata la nostra partita. Si sono meritati la vittoria. Oggi, avrebbero anche potuto vincere 3 o 4 a 0”.