Il 10 gennaio, il capo di Stato francese ha incontrato la Croce Rossa monegasca nel comune di Tenda per fare un bilancio sulla ricostruzione dopo il passaggio della tempesta Alex.

La notte tra il 2 e il 3 ottobre 2020 ha lasciato delle ferite profonde nel piccolo comune di Tenda. La Croce Rossa monegasca è una delle organizzazioni che si sono impegnate duramente per aiutare i superstiti di questa tragedia, in cui tantissime famiglie hanno perso la casa e tutto ciò che avevano.

Emmanuel Macron aveva promesso che avrebbe fatto visita alla valle della Roya per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori di ricostruzione. Così il 10 gennaio, il presidente ha potuto constatare di presenza la situazione, più di un anno dopo dal disastro.

Un aiuto senza sosta per le vittime

Il presidente della Repubblica francese ne ha approfittato per incontrare le diverse organizzazioni ed enti benefici che hanno speso tempo ed energie, a volte anche mesi, per aiutare le popolazioni colpite dopo il passaggio della tempesta Alex. La Croce Rossa francese, il Secours Populaire Français o ancora la Caritas hanno ricevuto un ringraziamento particolare.

La Croce Rossa monegasca aveva inviato una delegazione composta da Bettina Ragazzoni-Janin, tesoriera generale, Claude Fabbretti, direttore operativo del primo soccorso e delle azioni internazionali e Philippe Giuffra, responsabile dei soccorsi. Sono stati ringraziati per il loro impegno e la loro devozione. Anche il Principato di Monaco ha ricevuto i suoi ringraziamenti per tutti i sostegni finanziari versati.