I due capi di Stato si sono incontrati questa domenica in occasione dei Giochi Olimpici invernali di Pechino.

Sostenere gli atleti monegaschi in gara e consolidare le relazioni diplomatiche con la Cina. Era questa la missione del Principe Alberto II, attualmente a Pechino, che ha ancora una volta incontrato il suo corrispettivo cinese, il presidente Xi Jinping.

“I rapporti tra la Cina e Monaco sono diventati modello di scambi amichevoli e di mutui vantaggi tra due paesi con dimensioni, storia e culture diverse”, ha dichiarato il presidente cinese.

Un’amicizia marcata dalla mostra “Principi e Principesse di Monaco” ospitata nel Regno di Mezzo nel 2018. In quell’occasione il Principe si era recato nel Paese e un anno dopo Xi Jinping ha compiuto la sua storica visita del Principato.

Il presidente cinese ha reso omaggio alle imprese olimpiche del Principe Alberto II, per poi parlare dei rapporti tra la Cina e il Principato, divenuti ancora più concreti con la diffusione del 5G a Monaco. Il capo di stato ha anche invitato le aziende monegasche a investire in Cina e a partecipare al China International Import Expo a novembre prossimo.

Un regalo per i gemelli principeschi

Dal canto suo, il Principe Alberto II si è congratulato per la cerimonia di apertura dei Giochi invernali, che ha “mandato un messaggio di pace e solidarietà, esattamente quello di cui il mondo ha bisogno in questo momento”.

Durante la sua visita diplomatica, il Sovrano ha inoltre ricevuto in regalo un pupazzetto che rappresenta la mascotte dei Giochi: il piccolo panda Bing Dwen Dwen. Dopo averlo ricevuto, il Principe ha chiesto ai venditori: “Potrei chiedervi un immenso favore? Potrei averne un altro? Ho due gemelli e se ne porto solo uno…”

Una richiesta accolta con piacere e ripresa in video dal canale televisivo cinese CGTN. Poco dopo, Xi Jinping si è congratulato con il Principe: “Ha scelto due adorabili Bing Dwen Dwen come souvenir per i suoi figli. Speriamo che crescendo prendano da lei il talento e la passione per gli sport invernali”.