Oggi è la Giornata mondiale degli oceani. Con l’occasione, il Principe Alberto II ha pubblicato un video in cui ricorda l’importanza della salvaguardia degli oceani.

Sui canali social della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, il Sovrano ha dichiarato: “i nostri contemporanei stanno pian piano capendo la necessità di salvaguardare meglio gli oceani dalle numerose minacce che incombono su di essi: il surriscaldamento e l’inquinamento, ma anche l’acidificazione delle acque, l’eccesso di pesca, alcune forme di acquacoltura irresponsabili, lo sfruttamento delle risorse minerarie e di idrocarburi e […] la perdita della biodiversità”.

LEGGI ANCHE: FOTO. Il Principe Alberto II ammira la mostra dedicata al Principe Alberto I

Fortunatamente, vista l’importante posta in gioco, le istituzioni multilaterali si preoccupano ormai di regolare meglio la gestione degli oceani e i mari con due incontri importanti fissati quest’anno.

Primo fra questi la Conferenza di Lisbona del 27 giugno, dove saranno affrontate tutte le diverse forme di minacce che pesano sugli oceani. Il secondo evento è la COP 15 che si terrà a Kumming, in Cina, alla fine del mese di agosto. Si concentrerà sulla biodiversità e soprattutto sulle aree marine protette. Secondo il Sovrano queste “devono essere sviluppate in fretta e con ambizione”.

Il Principe spera che questi eventi siano l’occasione “di avanzare misure concrete” come “la limitazione dell’utilizzo di plastica, il potenziamento del trattamento delle acque reflue, la regolamentazione della pesca, la salvaguardia dei sistemi più fragili”.

La salvaguardia degli oceani e il rispetto dei diritti

Fonte di cibo, attività ed energia, gli oceani devono essere salvaguardati per rispondere a numerosi obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dall’ONU nel 2015. Parliamo per esempio dell’obiettivo 1 contro la povertà, visto che l’oceano rappresenta un alto potenziale economico, dell’obiettivo 13 contro il cambiamento climatico, ma anche degli obiettivi 2, 6 e 7, rispettivamente sulla fame, l’accesso all’acqua e all’energia.

Infine, il Principe ha concluso con un augurio: “spero che questa giornata possa aiutarci ad avanzare su questa strada, in modo da essere in grado di riconciliare l’umanità e il mare secondo un modello di sviluppo più sostenibile”.