Alla fine di una corsa segnata dalla terribile uscita di pista di Guanyu Zhou (Alfa Romeo), il pilota monegasco ha assistito alla prima vittoria in F1 del suo compagno di squadra Carlos Sainz, nonostante sembrasse lui il favorito.

Sentimenti contrastanti per la Scuderia Ferrari. Da un lato la prima vittoria della carriera di Carlos Sainz, dall’altro l’immensa delusione di Charles Leclerc. Il monegasco puntava un’altra volta alla vittoria ma è stato costretto ad accontentarsi di un misero quarto posto.

.

Nonostante un alettone danneggiato da un contatto con Sergio Perez (Red Bull) all’inizio della gara, Charles Leclerc ha mantenuto un ritmo serrato per tutto il Gran Premio.

Guanyu Zhou indenne

In prima posizione a oltre metà della gara dopo una partenza movimentata (l’incidente di Zhou ha fatto sventolare bandiera rossa), il monegasco ha subito (ancora) la strategia della Ferrari. La scuderia ha deciso di lasciarlo in pista durante il passaggio della Safety Car al 41° giro, al contrario di Sainz che è rientrato ai box.

Con le gomme più usurate di quelle degli avversari (Sainz, Perez, Hamilton), Leclerc ha dato prova di coraggio e di una guida magistrale, regalando al pubblico un magnifico testa a testa con Lewis Hamilton (Mercedes).

Max Verstappen sempre in testa

Ma era una “Mission Impossibile”, per dirla alla Tom Cruise, presente nei box della Mercedes per assistere al Gran Premio. Charles Leclerc è arrivato ai piedi del podio dietro il trio Sainz-Perez-Hamilton.

Dopo la corsa, il pilota monegasco era davvero frustrato, come è capitato spesso in questa stagione. “Potevamo fermarci con la safety car, ma mi hanno chiesto di restare in pista…”, dichiara infastidito all’arrivo. “Onestamente? Sono davvero molto deluso”.

LEGGI ANCHE: Formula 1: il futuro del Gran Premio di Monaco è ancora in bilico?

Nel campionato del mondo, nonostante la sua settima posizione dovuta a una gomma a terra durante la gara, Max Verstappen (181 punti) occupa sempre comodamente il primo posto, davanti al suo compagno di squadra Sergio Perez (147 punti) e Charles Leclerc (138 punti), che comincia a vedere Carlos Sainz (127 punti) dallo specchietto retrovisore.

Nuovo appuntamento in Austria il prossimo week end sul circuito di Spielberg.