Analisi

Sono previste interruzioni di corrente a Monaco?

Elettricità Monaco SMEG
© SMEG

La sorte del Principato è strettamente collegata a quella della Francia.

Non potendo più contare sul gas russo, l’Europa si trova di fronte a una crisi energetica senza precedenti. Il Principato, che dipende dalla Francia in termini di energia, non fa eccezione: le autorità pensano infatti a possibili soluzioni per evitare a tutti i costi il blackout.

Proprio come è successo in Francia, la SMEG (Società monegasca dell’elettricità e del gas) ha elaborato un piano di alleggerimento, approvato dal Governo nella settimana dal 4 al 10 dicembre, che prevede interruzioni di corrente. Ma non c’è da preoccuparsi: se verranno eseguite, “saranno molto localizzate e dureranno al massimo 2 ore, avverranno a orari molto precisi comunicati in anticipo ed è molto improbabile che vengano ripetute per più giorni consecutivi”, ha dichiarato il direttore dell’elettricità e del gas della SMEG Sylvain Didierjean. È inoltre importante ricordare che verranno risparmiati settori prioritari come quello medico e dei servizi ritenuti essenziali al buon funzionamento dello Stato (ad esempio la scuola).

Se verranno eseguite interruzioni di corrente, saranno molto localizzate e dureranno al massimo 2 ore, avverranno a orari molto precisi comunicati in anticipo ed è molto improbabile che vengano ripetute per più giorni consecutivi.

Sylvain Didierjean, direttore dell’elettricità e del gas della SMEG

È importante procurarsi un caricatore portatile, soprattutto per caricare il telefono per eventuali chiamate di emergenza, e avere a disposizione candele o torce per farsi luce. Per quanto riguarda invece la conservazione degli alimenti, niente paura: “I prodotti resistono in frigo per 4 ore mentre nel freezer per ben 24 ore con lo sportello chiuso”, ha spiegato Sylvain Didierjean ai microfoni di Monaco-Matin.

La SMEG potrebbe anche ridurre la tensione dell’intera rete elettrica di almeno il 5% per garantire la continuità di alimentazione generale. Questa opzione, che genererebbe automaticamente una diminuzione dei consumi, non dovrebbe presentare alcun rischio per i dispositivi dei consumatori.

Dati in tempo reale sulla tensione elettrica

Per evitare l’attuazione di questo piano, rimane una sola opzione: ridurre i nostri consumi. Di recente avete condiviso con noi alcuni suggerimenti per ridurre i consumi energetici. Ma sapete in quali momenti della giornata è più importante intervenire? Per aiutarvi, la SMEG aggiorna ogni 15 minuti un “meteo dell’elettricità” sul suo sito Internet. Utilizza tre colori per indicare il livello di tensione elettrica del Principato.

Il colore verde indica un livello di consumo normale, ma i giusti accorgimenti sono sempre ben accetti. Il giallo suggerisce invece che il sistema elettrico è sotto pressione e che adottare i giusti accorgimenti è necessario. Il rosso sottolinea che il sistema elettrico è molto sotto pressione e che le interruzioni di corrente sono inevitabili se non riduciamo i nostri consumi. I giusti accorgimenti sono pertanto indispensabili. Sta a voi prendere in mano la situazione. “Abbiamo tutti gli strumenti necessari per affrontare questo problema senza dover ricorrere alle interruzioni”, ha ribadito Sylvain Didierjean a Monaco-Matin.


Gli aiuti del Governo…

Per tutelare il potere di acquisto dei privati e la competitività delle aziende monegasche, il Ministro di Stato Pierre Dartout aveva presentato a novembre un ampio piano di gestione dell’energia che prevedeva l’introduzione di un tetto massimo dei prezzi. Il Governo del Principe aveva inoltre annunciato che avrebbe aiutato le famiglie a procurarsi apparecchiature meno energivore e più efficienti.