Il 25 settembre, lo Yacht Club di Monaco ha annunciato il primo campionato di barche a propulsione elettrica, organizzato in collaborazione con l’Union Internationale Motonautique (UIM).

Il lockdown ha portato consiglio: è così che a Londra Alejandro Agag, ideatore del campionato di Formula E, e Rodi Basso, ex direttore di McLaren Motorsport, hanno avuto l’idea di creare un campionato nautico con imbarcazioni completamente elettriche. Nasce il campionato UIM E1 World Electric Powerboat.

Barche elettriche ma accattivanti

Il modello di barca utilizzato per la gara si chiama “RaceBird”. Ideata da una startup britannica, la monoposto è in grado di raggiungere i 60 nodi, l’equivalente di 111 km/h. Le gare si terranno su percorsi brevi in “città di prestigio” ma anche in luoghi remoti minacciati dal cambiamento climatico.

“Il mio obiettivo è di accelerare la diffusione delle barche elettriche nella Serie E1, dimostrando quanto possano essere entusiasmanti, e promuovere soluzioni elettriche e non inquinanti per gli spostamenti marittimi in tutto il mondo”, dichiara Alejandro Agag.

L’obiettivo a lungo termine degli organizzatori è quello di avere un campionato con 12 squadre sfidanti ognuna dotata di due barche: una in Europa, e un’altra su un “paddock galleggiante” per le gare al di fuori del continente.

La E1 World Electric Powerboat si svolgerà in concomitanza e nelle stesse città del campionato di SUV elettrici, l’Extreme E, che farà il suo debutto a gennaio 2021 (secondo Euronews).

https://www.youtube.com/watch?v=CTRAU-zRd8k&feature=emb_title