Pubblicità »
Notizia

Il principe Alberto e la principessa Charlène hanno posato la prima pietra del futuro rifugio per animali di Monaco

principe-alberto-ii-principessa-charlene-monaco-peille-spa
Eric Mathon / Palazzo del Principe

La Principessa Charlène sarà la Presidente del futuro rifugio della Société Protectrice des Animaux (SPA) di Monaco.

Lunedì 12 settembre, in un gesto altamente simbolico, il Principe Alberto II e la Principessa Charlène si sono recati a Peille per la posa della prima pietra del futuro rifugio della Société Protectrice des Animaux (SPA) di Monaco.

Pubblicità

Finora, i locali dell’associazione si trovavano a Eze, ma erano ormai risultati essere poco idonei. Nel 2018, il comune di Peille e la prefettura del dipartimento delle Alpi-Marittime hanno proposto di utilizzare un terreno di 2.500 m2, sul quale i lavori hanno preso il via a inizio gennaio scorso.

Il futuro edificio, che rispetterà i vincoli ambientali, come la tutela della flora esistente, dovrebbe aprire i battenti a fine 2023 e ospiterà animali in difficoltà. Il Principe Alberto ha anche annunciato che la Presidenza della SPA sarà affidata alla sua consorte Charlène, ruolo che dimostra ancora una volta quanto la Principessa abbia a cuore la causa animale.

Pubblicità »

LEGGI ANCHE: FOTO. La Principessa Charlène impegnata contro il bracconaggio

La Principessa Charlène, infatti, si impegna da anni nella salvaguardia dei rinoceronti attraverso la sua fondazione e sostiene anche le iniziative per il benessere animale portate avanti dalla SPA Sud-Africana, la Thanda Foundation e la Fondazione Kevin Richardson.

Diverse le personalità emblematiche del Principato presenti accanto alla coppia principesca in occasione dell’evento di lunedì, come il Ministro di Stato, Pierre Dartout, il Presidente del Consiglio nazionale, Stéphane Valeri, nonché Camille Gottlieb, la figlia della Principessa Stéphanie.

Pubblicità »