Pubblicità »
Foto

Il Principe Alberto II e la Principessa Stéphanie presenti per il ritorno del Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo

Famiglia Principesca
© Direzione della comunicazione / Manuel Vitali / Stéphane Danna

Venerdì sera, dopo due anni di assenza, l’evento imperdibile del Principato ha fatto il suo ritorno sotto il tendone di Fontvieille.

Le tradizioni vanno rispettate. Il 20 gennaio, la Famiglia Principesca ha inaugurato il 45° Festival Internazionale del Circo di Monte Carlo (e il 10° della New Generation). Il Principe Alberto II, sua sorella, la Principessa Stéphanie, Louis Ducruet con la moglie Marie, e Camille Gottlieb hanno assistito allo spettacolo dal palco.

Pubblicità
© Direzione della comunicazione / Manuel Vitali / Stéphane Danna

Gli amanti del circo non stavano più nella pelle, visto che lo spettacolo è stato cancellato per due anni a causa del Covid-19. “Sono momenti bellissimi di gioia e condivisione. Possiamo respirare un po’. Sono così felice che il tendone abbia ripreso vita. È come se non ci fossimo mai lasciati e se i due anni senza circo non fossero mai esistiti”, ha dichiarato la Principessa Stéphanie, Presidente del Festival da 17 anni, ai microfoni di Monaco Info.

Esibizioni da record

Naturalmente, dopo questa lunga assenza, il programma è un po’ diverso, come spiega la Principessa. “Abbiamo realizzato un programma misto, con artisti della New Generation che partecipano al programma dei “grandi”, quindi ci sono due competizioni in una”.

Pubblicità »

Tra le 16 esibizioni in programma fino al 29 gennaio, una ha già lasciato il segno: quella di Wesley Williams che si esibisce a 10,6 metri di altezza, un record. “Abbiamo record un po’ ovunque e, ancora una volta, non sarà facile per la giuria. Ma è proprio questo il bello dei circensi: riescono sempre a sorprenderci, a spingersi oltre”, ha proseguito la Principessa Stephanie.

Gli artisti di tutto il mondo cercheranno di distinguersi per aggiudicarsi un Clown di bronzo, d’argento o d’oro: “Appena hanno saputo che il Festival sarebbe tornato, sono riusciti a superarsi e a proporci cose ancora più straordinarie, è semplicemente fantastico”.

Un circo solidale

Nel programma New Generation sono in gara i bambini della scuola circense ucraina, che sono saliti sul palco nella Giornata Mondiale del Circo al teatro Princesse Grace. Inoltre, quest’anno la Russia è assente. Un’altra opportunità per il Principato per dimostrare il proprio sostegno all’Ucraina.

Pubblicità »