Pubblicità »
Servizio

Conferenze del MEB: l’importanza dello sport nell’economia monegasca

Les intervenants de cette table ronde étaient interrogés par Christian Huault, Rédacteur en Chef à Nice-Matin
I relatori di questa tavola rotonda sono stati intervistati da Christian Huault, caporedattore di Nice-Matin © MEB / P.H. Sébastien Darrasse

Nell’ambito del Club Eco Monaco, in collaborazione con il gruppo Nice-Matin, i membri del Monaco Economic Board hanno tenuto una conferenza sull’importanza degli eventi sportivi e sul loro contributo all’economia locale.

Gran Premi, E-Prix, Rally di Monaco, Rolex Monte-Carlo Masters, Jumping Monte-Carlo, incontri della Diamond League, squadre internazionali di calcio e basket… L’elenco continua e non ha bisogno di particolari presentazioni. Il Principato ospita molti dei più grandi eventi di sport internazionali, ma non solo: tra i suoi residenti conta anche i migliori sportivi del mondo.

Pubblicità
© MEB / P.H. Sébastien Darrasse
© MEB / P.H. Sébastien Darrasse

Lo sport, motore per lo sviluppo economico e turistico

Gli imprenditori monegaschi sono più che consapevoli di questa risorsa, che risulta fondamentale per l’immagine, l’attrattiva e la riuscita dei loro business. Alexandre Bubbio, Direttore dell’Istituto Monegasco di Statistica e Studi Economici (IMSEE), ha svelato qualche dato sulle aziende la cui attività è direttamente collegata allo sport: 287 società hanno generato un fatturato di 448 milioni di euro nel 2023 e impiegato 1301 dipendenti.

Claire Fissore, responsabile della Divisione Marketing dell’Ente del Turismo e dei Congressi, concorda: “È interessante notare che il prezzo medio delle camere d’albergo è più alto a maggio, il mese del Gran Premio, e non ad agosto, come di solito accade per questo genere di destinazioni”.

Pubblicità »

L’esempio di Sportel

Come hanno sottolineato diversi oratori, lo sport è parte integrante del DNA del Principato. Un aspetto che fa rientrare Monaco a buon diritto nel turismo d’affari e che la società di eventi Monaco Mediax ha compreso appieno, visto che organizza Sportel dal 1990.

Loris Menoni, Direttore esecutivo dell’evento, precisa che, nel 2023, Sportel ha attirato nel Principato 2000 decision maker in arrivo da 71 paesi di tutto il mondo.

Pubblicità »

La fama del calcio con l’AS Monaco

Thibaut Chatelard, direttore marketing e vendite dell’ASM, ha parlato dell’internazionalità della squadra di calcio, citando il giocatore giapponese Takomi Minamino, che gode di grande fama nel suo Paese.

Una prova di questa notorietà, sono i viaggi stampa che l’ASM organizza nel Principato per i giornalisti giapponesi, contribuendo così indirettamente all’attrattiva del territorio. Inoltre, i social network del Club contano 24 milioni di iscritti.

Il prestigioso Rolex Monte-Carlo Masters

Geoffroy Bourbon, vicepresidente esecutivo per l’Europa dell’ATP Tour, ha dichiarato che il torneo di tennis attira ogni anno più di 140.000 spettatori. Inoltre, ha anche un notevole impatto mediatico, con 40 milioni di telespettatori in tutto il mondo e 167 milioni di visualizzazioni sui social.

Ai microfoni di Monaco Info, Bourbon ha spiegato che il torneo punta a innovare nonostante i suoi limiti: “A Monaco, le opportunità di crescita sono limitate a causa del territorio, purtroppo, e delle infrastrutture attuali. Ciononostante, la direzione dell’ATP Masters Monte-Carlo si impegna ogni anno per trovare soluzioni per offrire condizioni sempre migliori ai giocatori, ai partecipanti e ai fan”.

Un’immagine internazionale grazie al Grand Prix

Infine, Richard Micoud, responsabile comunicazione e media dell’ACM, ha parlato dell’impatto economico del Gran Premio, stimato in 90 milioni di euro nel 2017. Più di 60 aziende monegasche contribuiscono a trasformare il Principato in un circuito di Formula 1 ogni anno: una vera sfida in termini di logistica e competenze.

Ha citato, inoltre, le 30.000 copertine giornalistiche generate dal Gran Premio in tutto il mondo, per un valore di oltre 200 milioni di euro. Non c’è dubbio, Monaco e lo sport non possono fare a meno l’uno dell’altro.