Il direttore generale dell’AS Monaco Basket ha risposto alle nostre domande sulle conseguenze della guerra in Ucraina sul destino del club, ribadendo le ambizioni del Roca Team in Eurolega.

È d’accordo con la decisione dei dirigenti di Eurolega di sospendere la partecipazione dei club russi alla competizione?

Nelle circostanze attuali non c’è altra soluzione. L’intero mondo sportivo ha fatto lo stesso.

Quali sono le conseguenze dirette per il Roca Team? La classifica potrebbe essere completamente capovolta…

Sinceramente, pensiamo che la formula della percentuale di vincita sarebbe stata una soluzione migliore, conforme ai principi del fair play. Sfortunatamente, il comitato esecutivo degli azionisti dell’Eurolega ha votato per annullare tutte le partite della stagione regolare in cui erano presenti squadre russe.

Ci tengo a sottolineare che noi non abbiamo alcun capitale o azionista, né membri del consiglio, né sponsor, né investitori russi

Oleksiy Yefimov

Abbiamo collezionato quattro vittorie e una sola sconfitta contro le squadre russe, quindi questa decisione va contro le nostre chance di guadagnarci un posto ai playoff. Ma siamo ancora in gara (il Roca Team è attualmente al 5° posto, ndr) e faremo di tutto in campo per dimostrare che meritiamo di essere tra le prime otto squadre della classifica finale.

Il nuovo presidente del club, Aleksej Fedoricsev, potrebbe risentire di queste misure?

Non vi è alcun rischio che il signor Fedoricsev, o qualsiasi altro azionista del club, possa essere in alcun modo minacciato. Per evitare qualsiasi speculazione sull’argomento, abbiamo immediatamente contattato Mickael Contreras, direttore amministrativo e legale della National Basketball League (LNB). Sono il primo a volersi assicurare che nulla danneggi il progetto del Roca Team. I nostri libri contabili sono sempre stati aperti per la LNB e la DNCCG (commissione finanziaria, ndr). Nelle circostanze attuali, siamo pronti ad adottare tutte le misure necessarie per evitare qualsiasi speculazione o incomprensione.

LEGGI ANCHE: Guerra in Ucraina. Come hanno reagito i club monegaschi?

Ci tengo anche a sottolineare che noi non abbiamo alcun capitale o azionista, né membri del consiglio, né sponsor, né investitori russi. Il 33% del club appartiene al governo monegasco, ed è stato ufficialmente annunciato che il Principato seguirà, rispetterà e sosterrà le sanzioni e gli impegni internazionali ( congelamento dei fondi per i cittadini russi o le società russe che figurano nell’elenco delle direttive del’UE, ndr).

Cosa ne pensa delle performance della squadra in Eurolega fino a oggi?

Forse mi sbaglio, ma non penso ci sia stato un altro caso in cui una nuova arrivata in Eurolega sia diventata una candidata ai playoff già il primo anno. Penso che abbiamo sorpreso l’intera comunità del basket con il nostro livello di gioco e con la costanza che stiamo dimostrando durante questa seconda parte della stagione regolare.

Sono convinto che i vertici dell’Eurolega si siano già resi conto di quanto la partecipazione del Monaco sia vantaggiosa per l’intera organizzazione.

Oleksiy Yefimov

Dopo un inizio difficile, abbiamo preso l’ardua decisione di separarci dall’allenatore principale Zvezdan Mitrovic. Statisticamente, quando una squadra cambia allenatore durante la stagione, nell’80% dei casi le cose non migliorano. Quindi, per me, il licenziamento è prima di tutto e soprattutto una nomina. Era fondamentale mettere alla guida della squadra qualcuno di cui fidarsi. E quella persona era proprio Sasa Obradovic. Fa un ottimo lavoro e i risultati si vedono in campo.

L’obiettivo è sempre quello di un posto nella Top 8, sinonimo di playoff, per poter partecipare alla competizione anche il prossimo anno?

Certo! È stato il nostro obiettivo principale sin dal primo giorno. Ma sono convinto che i vertici dell’Eurolega si siano già resi conto di quanto la partecipazione del Monaco sia vantaggiosa per l’intera organizzazione. C’è un enorme valore aggiunto per la competizione, perché Monaco ha già una fama internazionale.

LEGGI ANCHE: Oleksiy Yefimov, il giovane architetto del Roca Team

Per esempio, c’era già un accordo televisivo a Monaco per trasmettere gratuitamente le partite del Roca Team su Monaco Info, mentre, per la maggior parte della stagione, sul territorio francese non c’era nessun accordo televisivo per l’Eurolega. E ora che ce n’è uno, l’emittente ha deciso di sostituire le partite dell’ASVEL con quelle del Monaco. Lo stesso vale per gli ascolti televisivi di quando le nostre partite vengono ritrasmesse in Europa. Siamo sempre più conosciuti e attiriamo sempre più attenzioni.