Ligue 1: l’AS Monaco vince il derby della Costa Azzurra contro l’OGC Nice

AS Monaco
AS Monaco

Mercoledì sera al Louis II, l'AS Monaco ha conquistato il derby della Costa Azzurra contro l'OGC Nice (1-0).

La partita: 1-0

E siamo a cinque su cinque. Dopo la trasformazione delle ultime settimane, l'AS Monaco ha siglato la quinta vittoria su cinque partite di campionato, la migliore serie al momento. I monegaschi hanno fatto un'operazione eccellente contro l'OGC Nice, storica rivale e diretta concorrente per il podio alla fine della stagione, siglando una vittoria che gli permette di risalire in classifica davanti ai nizzardi.

LEGGI ANCHE: Ligue 1: Il Monaco colpisce duro abbattendo lo Stade Rennais

Sono stati gli uomini di Philippe Clement ad aprire il punteggio in una partita piuttosto equilibrata, con un gol di Aleksandr Golovin alla fine del primo tempo (1-0, 45+2′). Solidi in difesa, come ha dimostrato Benoît Badiashile, i monegaschi non hanno lasciato molta manovra di azione ai nizzardi, proteggendo la porta di Alexander Nübel. Wissam Ben Yedder ha addirittura sfiorato la doppietta su un tiro sublime, che ha però trovato il palo di Walter Benitez (71′).

Un'altra vittoria, che permette all'AS Monaco di concorrere ora più che mai alla corsa al podio. Prossimo appuntamento, questo sabato (ore 19:00) sul campo dell'AS Saint-Etienne.

Il giocatore: Vanderson fa tutte le mosse giuste

Il risveglio dell'AS Monaco alla fine di questa stagione è sicuramente legato alla sua presenza. Dal suo arrivo sulla Rocca a gennaio durante il mercato invernale, il destro brasiliano, utilizzato da Philippe Clement più avanti sul campo, ha portato a casa performance più che eccellenti con la maglia biancorossa.

Già decisivo negli ultimi incontri, il brasiliano è anche all'origine dell'unico gol di questo incontro segnato da Aleksandr Golovin poco prima dell'intervallo. Su un cross pericoloso, Vanderson ha costretto Walter Benitez a buttarsi a terra per deviare la palla, che è tornata ai piedi del giocatore russo.

Un nuovo successo che prova ancora una volta come il brasiliano sia uno dei migliori affari che abbia fatto il club nell'ultimo mercato.

Il numero: 2

Come il numero di punti che ora separano le due squadra in classifica, questa volta a vantaggio dell'AS Monaco, che supera per la prima volta in questa stagione la rivale nizzarda.

La dichiarazione: "Non dobbiamo esaltarci"

Benoît Badiashile:Siamo felici di ripartire con i tre punti. È stata una partita fondamentale, un derby, contro un avversario diretto. Mancano ancora pochi incontri per conquistare un posto in Europa a fine stagione. Non dobbiamo esaltarci, ma piuttosto tenere la testa sulle spalle e continuare a lavorare".

In tribuna: volti noti sugli spalti del Louis II

Partita di gala, il derby della Costa Azzurra ha attirato molti appassionati di calcio. Tra le guest-star, insieme a Jim Ratcliffe, proprietario dell'OGC Nice e fondatore di INEOS, era presente anche il fratello Bob Ratcliffe.

Sugli spalti dello Stadio Louis II c'era anche Toto Wolff, il direttore esecutivo del team Mercedes in Formula 1, accompagnato dal figlio. Tra un Gran Premio e l'altro, l'imprenditore austriaco ha potuto assaporare la vittoria dell'AS Monaco. Stessa cosa per Guy Stéphan, vice allenatore della nazionale francese.

Il gesto: AS Monaco e OGC Nice unite per l'associazione Secours Populaire 06

A fianco al derby della Costa Azzurra, i due club hanno collaborato all'organizzazione di un'asta delle loro maglie sulla piattaforma MatchWornShirt. L'obiettivo era devolvere i profitti al Secours Populaire des Alpes-Maritimes. È proprio il dipartimento delle Alpi Marittime infatti che, dopo la regione di Parigi, accoglie il maggior numero di rifugiati ucraini dall'inizio dell'invasione delle truppe russe.

Inoltre, il presidente dell'AS Monaco Dmitri Rybolovlev ha voluto fare una donazione a titolo personale al Secours Populaire, mentre il club monegasco, su sua iniziativa, devolverà parte del ricavato della partita all'associazione.

Tutti i fondi raccolti contribuiranno al finanziamento degli aiuti di emergenza forniti alle numerose famiglie ospitate nelle Alpi Marittime, in particolare generi alimentari, abbigliamento, prodotti per l'igiene per adulti, ma anche kit per la scuola, mobili e lezioni di francese per bambini.

© AS Monaco

Prima dell'inizio della partita, Oleg Petrov, vicepresidente e direttore generale dell'AS Monaco, e Jean-Pierre Rivère, presidente dell'OGC Nice, hanno simbolicamente consegnato una maglia dei rispettivi club a Jean Stellittano, segretario generale della Fédération des Alpes-Maritime du Secours populaire, al fianco di Olena Vasina, volontaria ucraina dell'associazione.

Jean Stellittano e Olena Vasina hanno dato il calcio d'inizio simbolico dell'incontro alla presenza di una cinquantina di volontari dell'associazione e delle famiglie dei profughi invitati a partecipare al derby: un gesto che ha voluto gettare una luce sull’impegno dei volontari del Secours Populaire.

"La squadra dell'AS Monaco e il suo presidente, Dmitri Rybolovlev, ci hanno contattato per comunicarci di voler aiutare l'associazione", spiega Jean Stellittano. "Questa visibilità, in un derby così emozionante per tutta la regione, è una grande ricompensa per tutti i nostri volontari, che ormai da tempo sono estremamente impegnati".

Ricordiamo che l'AS Monaco e il suo presidente, Dmitri Rybolovlev, avevano già mostrato una certa generosità qualche settimana fa con due donazioni alla Croce Rossa Monegasca a sostegno della popolazione ucraina.