Servizio

Quali sono i principali progetti della Société des Bains de Mer?

jean-luc-biamonti
© Monte-Carlo SBM

Riapertura del Café de Paris, ritorno del Moods, festeggiamenti di fine anno… Monaco Tribune fa il punto della situazione.

Dopo aver presentato i dati eccellenti relativi al periodo che va dal 1° aprile al 30 settembre 2022, e con Stéphane Valéri che si prepara a prendere il comando, Jean-Luc Biamonti, presidente e amministratore delegato della SBM, ha illustrato i progetti attuali e futuri del gruppo.

Si comincia dal periodo delle feste. In seguito alle recenti raccomandazioni del governo, la pista di pattinaggio sul ghiaccio, prevista a Monte Carlo, sarà sostituita da una per pattini a rotelle. Le luminarie natalizie, invece, si accenderanno venerdì sera a partire dalle 17:00.

Un altro argomento discusso è stato il Café de Paris, dove sono in corso i lavori. “Rimaniamo fiduciosi sulla data di consegna“, afferma Jean-Luc Biamonti. La riapertura completa è quindi prevista per fine giugno, inizio luglio. Sebbene il calendario sia stato rispettato, il budget è superiore a quanto previsto, per via dell’aumento dei costi. La SBM rivela inoltre che alcuni negozi occuperanno una superficie più ampia, grazie a una riprogettazione completa.

In ballo c’è anche la riapertura del Moods, dopo dieci anni di chiusura. L’apertura al pubblico della struttura è prevista per la fine di giugno 2023. Per quanto riguarda l’identità del vecchio bar, Jean-Luc Biamonti sostiene che il locale dovrebbe ritrovare il suo spirito originario, con molta musica dal vivo.

Il Blue Bay sarà rinnovato

Il Presidente Delegato ha inoltre condiviso un aggiornamento sui cambiamenti imminenti, in particolare quelli del Monte-Carlo Beach e del Monte-Carlo Bay. “A partire da giugno 2023, il Vigie sarà aperto tutto il giorno fino alle 19-20 e la ristorazione serale sarà spostata in un nuovo stabilimento”, ha dichiarato. “Rinnoveremo anche il Blue Bay, per rendere il ristorante più in linea con l’ambiente che ci si aspetta da un due stelle“.

Si tratta di un progetto importante, che richiederà due anni e che avverrà contemporaneamente alla chiusura del Petit Casino dell’hotel. Il locale sarà quindi adibito a sala colazioni, che non si terranno più nel ristorante di Marcel Ravin. “Servire la colazione non è molto chic per un ristorante con due stelle”, commenta Jean-Luc Biamonti.

Sul versante ristrutturazioni, le camere del Monte-Carlo Bay e dell’Hermitage dovrebbero essere rinnovate nei prossimi anni. Inoltre, Jean-Luc Biamonti ha dichiarato che stanno riflettendo su come attirare più persone nel patio dell’Hôtel de Paris.

Infine, la SBM ha fornito un aggiornamento sulla sua Scuola di gioco, che mira a formare i futuri croupier. Il gruppo ha precisato che sono stati selezionati 28 candidati, sui 64 che hanno fatto domanda, che si stanno attualmente sottoponendo a un esame di ingresso. Saranno circa 15 a essere selezionati per entrare nella scuola a partire da gennaio. “Termineranno la scuola ad aprile/maggio e potranno iniziare a lavorare all’inizio della stagione, facendo pratica con i giochi più semplici”, spiega Jean-Luc Biamonti, che precisa che la formazione completa offerta durerà tre anni.