Pubblicità »
Servizio

Le novità per gli eventi più emblematici di Monaco nel 2024

jeune chambre economoque monaco
Martedì mattina, presso il Méridien Beach Plaza, la Camera di Commerco Giovani di Monaco (JCE Monaco) ha organizzato la sua prima colazione di lavoro del 2024. © JCI Monaco - Ed Wright

Ecco quanto è emerso dalla conferenza organizzata dalla Camera di Commercio Giovani di Monaco.

Tre protagonisti del Principato sono stati invitati dalla JCE Monaco: Gaëlle Tallarida, Direttore Generale del Monaco Yacht Show, Christian Tornatore, Commissario Generale per la tappa monegasca del Tour de France, e Richard Micoud, Responsabile della Comunicazione e dei Media dell’Automobile Club de Monaco. I tre hanno discusso delle novità, prospettive e tendenze che segneranno gli eventi emblematici del 2024 nel Principato.

Pubblicità

I Rally e i Gran Premi

Da gennaio a maggio, si tengono ben sei eventi imperdibili nel Principato legati al mondo automobilistico. Ogni anno, l’Automobile Club de Monaco organizza tre rally e tre Gran Premi. Segno inconfondibile della loro popolarità, sono gli oltre 200.000 visitatori sul posto e un milione di telespettatori in diretta per il Gran Premio di Formula 1.

Dal primo Gran Premio di Monaco nel 1929, ogni anno viene introdotta qualche novità. Ogni cambiamento è importante, piccolo o grande che sia, non solo per le performance dei piloti, ma anche per l’esperienza degli spettatori. Sia le auto che i circuiti devono aggiornarsi a ogni evento per adempiere alle nuove regolamentazioni e specifiche.

Pubblicità »

Quest’anno non sono previste grandi novità nei Gran Premi in programma, a parte alcuni dettagli relativi alla costruzione del circuito. Tuttavia, nel 2025, le monoposto passeranno da 5 a 4,50 metri di lunghezza e da 2 a 1,80 metri di larghezza, il che faciliterà i sorpassi e accenderà molto di più lo spettacolo.

L’ultima tappa del Tour de France in partenza da Monaco – 21 luglio

Non è più una sorpresa. Quest’anno, l’emblematica tappa finale a cronometro del Tour de France si allontana dalla capitale e si insinua tra le strade del Principato fino alla Promenade des Anglais di Nizza. Sulla scia delle novità degli anni scorsi, le auto e le roulotte del Tour saranno esclusivamente elettriche o ibride e non getteranno più “goodies” in plastica per gli spettatori ai bordi della strada.

Pubblicità »

Inoltre, i paddock dei 22 team saranno istallati in punti facilmente accessibili ai visitatori, che potranno vedere da vicino i ciclisti e i loro ultimi modelli in carbonio, che in gara supereranno anche i 100 km/h.

“Monaco è un terreno fertile per tutti gli sportivi. La Federazione ciclistica monegasca, dal canto suo, è molto attiva e, grazie al Tour de France, non ha mai avuto tanti iscritti come quest’anno”, afferma Christian Tornatore.

Il Monaco Yacht Show – dal 25 al 28 settembre

Serve un anno intero per organizzarlo. Quest’anno, il Monaco Yacht Show accoglie le novità di oltre 500 espositori e 105 super e mega yacht. Il suo punto forte è quello di essere l’unico salone interamente dedicato ai superyacht dai 24 metri in su.

Quest’anno, al MYS saranno presenti barche fino a 120 metri di lunghezza. Troverete anche imbarcazioni con una motorizzazione più “green” rispetto agli anni precedenti, con l’ecologia al centro dell’evento.

MYS ha dovuto reinventarsi anche sui “giocattoli” abbinati alle imbarcazioni, dato che la clientela è sempre più giovane (30-35 anni oggi, rispetto ai 50 anni di età media di prima).

“Sarà la sicurezza, la qualità dell’accoglienza, del servizio e delle infrastrutture, la varietà dei ristoranti o le culture internazionali… Ma tutti questi fattori fanno sì che molti degli eventi che si svolgono a Monaco siano un grande successo”, conclude Gaëlle Tallarida.