La Principessa Charlène si è recata in Georgia per fare visita alla squadra di rugby di Tbilisi e al Villaggio olimpico. Ma non è arrivata a mani vuote: ha donato un pullman che accompagnerà la squadra di rugby nelle trasferte.

Il 7 ottobre, la Principessa Charlène di Monaco ha visitato il Villaggio olimpico di Tbilisi in compagnia del Ministro dell’istruzione, delle scienze, della cultura e dello sport georgiano Mikheil Chkhenkeli, e di altre autorità locali. La visita rientra tra le attività della sua Fondazione.

Dopo aver incontrato gli atleti paralimpici di scherma e pallavolo, la Principessa ha visitato la Ai Ia Foundation, un centro di riabilitazione per bambini che hanno perso l’udito.

Un pullman per la squadra di rugby

La Principessa Charlène ha donato un pullman alla squadra di rugby di Tbilisi per accompagnare i giocatori nelle trasferte. La scuola di rugby della città parteciperà alla 10° edizione del Torneo Sainte Dévote, che si terrà a Monaco nel 2021. Il torneo, che si disputa ogni anno nello stadio Louis II, è organizzato con il sostegno della Fondazione Principessa Charlène di Monaco.

La Fondazione ha attivato diversi programmi in tutto il mondo, come “Learn to Swim” e “Water Safety”, che insegnano le tecniche per prevenire l’annegamento. Sin dalla sua nascita nel dicembre 2012, la fondazione ha aiutato circa 730.000 persone, soprattutto bambini, che hanno beneficiato dei suoi programmi in 34 paesi. Lo scorso settembre, la Principessa in persona ha partecipato alla Water Bike Challenge, percorrendo 180 km su una water bike tra la Corsica e Monaco per raccogliere fondi per la sua Fondazione.

Il Principe Alberto II, invece, si trova in Serbia per una visita ufficiale.